La clericalata della settimana, 13: i vigili di Roma

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è dei vigili di Roma, che

nonostante i manifesti abusivi dedicati a padre Pio riportassero i loghi di congregazioni religiose, non hanno ritenuto di sanzionarle e nemmeno di rimuovere le affissioni

manifesti-pio

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Un decreto della Regione Lombardia ha confermato il buono scuola per le scuole private, a stragrande maggioranza cattoliche.

Il Comune di Arezzo ha patrocinato l’evento “la Passione di Cristo sulla collina”, organizzato dalla parrocchia di san Zeno.

Il deputato Gian Luigi Gigli (Democrazia Solidale) ha presentato una proposta di legge sulla “perseguibilità del reato di surrogazione di maternità commesso all’estero da cittadino italiano”.

La deputata Paola Binetti (Unione di Centro) ha presentato un progetto di legge concernente “il reato di surrogazione di maternità”.

Il senatore Nico D’Ascola (Area Popolare) ha presentato, insieme a quindici suoi colleghi, un disegno di legge per la “disciplina del divieto di maternità surrogata”.

La redazione