La clericalata della settimana, 40: 4600 insegnanti di religione immessi in ruolo

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è del Ministero dell’Istruzione che

avvierà presto un concorso per immettere in ruolo 4600 insegnanti di religione cattolica

ravasi-fedeli

Il concorso si svolgerà in tempo utile per superare il divieto delle supplenze oltre i 36 mesi di attività stabilito dalla riforma della “Buona Scuola”. La quota rappresenta il 70% della copertura dei posti vacanti, come previsto dalla legge 186/2003.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il sindaco di Dolceacqua (IM), Fulvio Gazzola, ha criticato la mancanza delle croci di una chiesa locale nel manifesto che campeggia nel vicino supermercato Lidl di Camporosso. Oltre a scrivere ai vertici dell’azienda, ha prospettato un’azione legale in caso di mancato ripristino delle croci nel poster, che sono state reintrodotte nella nuova versione dell’immagine. Ad aizzare la polemica e invitare al boicottaggio anche esponenti di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia.

Il Comune di Quarona (VC) ha dato il consenso per il posizionamento della statua di una beata locale in una rotonda, caldeggiato da un parroco della zona.

Il nuovo parroco di Curno (BG), don Angelo Belotti, è stato accolto nella cittadina da un corteo in cui figuravano i vigili e il gonfalone del Comune.

La redazione