La clericalata della settimana, 3: Brescia finanzia le ristrutturazioni nelle parrocchie

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è del Comune di Brescia che

ha stanziato 177mila euro per la ristrutturazione di nove parrocchie della zona

brescia-comune

In Lombardia, sulla base della legge regionale 12 del 2005 per il governo del territorio, alla Chiesa cattolica viene assegnato almeno il 95% delle somme disponibili per gli edifici di culto.

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana

Per l’inaugurazione presso l’ospedale di Pontremoli (MS) di un nuovo tomografo a risonanza magnetica il vescovo della diocesi di Massa e Pontremoli, monsignor Giovanni Santucci, ha celebrato una messa nella cappella della clinica, con sindaco, autorità locali e dipendenti.

Numerose le messe in tutta Italia in occasione della festa di san Sebastiano, patrono dei vigili urbani, con rappresentanti delle forze dell’ordine e delle istituzioni, sindaci compresi. Tra le celebrazioni, segnaliamo ad esempio quelle di Arezzo, Bari (con messa dentro il teatro Petruzzelli), Lamezia Terme (CZ), LecceLodiPalermoTaggia (IM), Trani (BT), Treviso e le feste provinciali della Polizia Locale a Bagno di Romagna (FC) e Comiso (RG).

La redazione

8 commenti

mafalda

Questa è veramente intollerabile come clericalata. Invito i cittadini di Brescia ad inoltrare al comune, cosi generoso coi privati, domanda di fondi adeguati alla ristrutturazione delle loro abitazioni.

Meco

Alla faccia del “Libero Stato in libera chiesa”. É cosi tutto contraddittorio e incostituzionale!? Possibile che non si riesca a placare infiltrazioni e ingerenze tra Pubblico, Privato? Addirittura Religione? Questo è troppo!

RobertoV

Per quale ragione dovrebbero essere garantiti dei soldi pubblici per degli edifici di culto? Non c’è già l’otto per mille per questo? Inoltre non mi sembra che le parrocchie possano essere definiti edifici di culto, così come gli alloggi dei preti.
Mi sembra anche incostituzionale ed intollerante il fatto che alla chiesa cattolica sia garantito per legge almeno il 95 % della quota dedicata agli edifici di culto: anche volendo rimanere in tema di religione la religione cattolica non rappresenta il 95 % della quota religiosa ed essendo in calo tale legge garantirebbe alla chiesa quasi il totale della quota anche se scendesse a valori inferiori al 50%. Sostegno ad aziende in difficoltà ………..
Riguardo all’ospedale della ASL Sant’Antonio Abate di Pontremoli la cosa è ancora peggiore. L’inaugurazione del tomografo a risonanza magnetica è stata fatta proprio il giorno della festa di Sant’Antonio Abate, per questo era lì anche il vescovo della zona. Volevano omaggiare il principe-vescovo che visitava le sue proprietà? Dubito che la chiesa abbia finanziato la cosa visto che l’ospedale è della ASL e non se ne fa menzione nell’articolo. Poi è nota la disponibilità della chiesa ad usare i propri soldi per finanziare attività dello stato italiano …….
Ma sono recidivi visto che anche quando hanno inaugurato la piazzola dell’elisoccorso vi hanno fatto una messa con benedizione. Ma se è un rito scaramantico/superstizioso non si capisce perchè questo privilegio debba essere concesso solo ai cattolici. Il tomografo funzionerà meglio? Non si guasterà? Il comportamento dei medici o dei pazienti cattolici sarà migliore? Devono marcare il territorio? Visto che è pagato da tutti, dubito che i cittadini di Pontremoli siano tutti cattolici.

Diocleziano

Forse il punto è che non si tratta di una legge dello, stato ma della regione Lombardia. E potrebbe darsi che nel 2005 questa regione fosse nelle mani del Celeste… quindi voler basare il ragionamento sulla logica, quando c’è di mezzo ciò che è di più irrazionale al mondo – la religione – diventa una stranezza.

Ormai la marcatura del territorio sta diventando l’attività fondamentale del vaticano: diligentemente i cronisti da compagnia ci informano che Sua Banalità ha annunciato che pregherà per le vittime di Pioltello; chissà quale sollievo per i famigliari!

Pensiero della notte: Sua Banalità si scaglia contro le fake-news, ma non si è accorto che da duemila anni la sua holding è la più grande produttrice di fake-news?

mafalda

Se non fosse per i cronisti Sua Banalità diventerebbe Lo Sconosciuto nel giro di poche settimane. Ma chi lo ascolta più?

Frank

San Sebastiano patrono dei dei vigili urbani? Quelli che se poi non metti la freccia ti fanno la multa? Ma non è un’assurdità? 🙂

VHEMT

Non lo ascol ta più nemmeno un parte dei cattolici che è sempre più orientata verso posizioni conservatrici e giudica Sua Banalità “modernista” ed eretico. Non c’è che dire: i cattolici riescono sempre a mostrare la loro originalità: quando contraddicono le loro autorità lo fanno in nome di un maggior autoritarismo e conservatorismo.
Figuratevi che ho letto sul blog della miriano, una lunga discussione nella quale si sosteneva che anche i metodi contraccettivi naturali non sono sempre leciti, ma deve essere valutata la loro “intenzionalità” in rapporto col caso concreto e sentendo il proprio “direttore spirituale”-
Da questo possiamo evincere una caratteristica fondamentale del cristianesimo (e del cattolicesimo in particolare): moltiplicare sempre di più i divieti e le proibizioni, per rendere sempre più difficile la vita a chi, secondo loro, dovrebbe seguirli.
Veramente, aveva ragione Nietzsche: “ll cristianesimo è la più grande sciagura che sia capitata all’umanità”.

Gérard

Caro Whemt…
Sono sempre all’ ascolto di quello che accade in Francia e posso assicurarti che c’è un altra grande sciagura che sta diventando sempre più minacciosa …

Commenti chiusi.