“Contro la religione”. Gli scritti atei di H.P. Lovecraft. In libreria l’ultima uscita di Nessun Dogma

La fama di H.P. Lovecraft cresce costantemente nel tempo, e allo stesso modo cresce l’apprezzamento dei suoi lettori. Tuttavia, non molti di loro sono a conoscenza del suo conclamato ateismo e della sua lontananza dalla religione, che il creatore di tanti mondi inesistenti ribadiva in numerose occasioni.

Per questo Nessun Dogma — il progetto editoriale dell’Uaar — ha pensato di offrire ai lettori in lingua italiana Contro la religione. Gli scritti atei di H.P. Lovecraft, che contiene gli scritti — pubblici e privati — in cui Lovecraft si è interrogato sulla funzione della religione, sul suo rapporto con la scienza, la realtà e l’indifferenza del cosmo, sulle ragioni della sua scelta atea. Non senza avanzare tesi a volte estremiste, a volte superate, a volte incredibilmente attuali. E spesso controverse, in perfetta coerenza con la sua personalità.

Il volume, nelle librerie dal 24 maggio, è curato da S.T. Joshi ed è arricchito dalla prefazione di Christopher Hitchens e dalla postfazione all’edizione italiana di Carlo Pagetti.

 

HOWARD PHILLIPS LOVECRAFT (1890-1937) è stato uno dei più grandi scrittori statunitensi, rappresentando un punto di riferimento imprescindibile per i generi horror, fantasy e fantascienza. Tra le sue opere più note si possono citare Il richiamo di Cthulhu, Alle montagne della follia, L’orrore di Dunwich, La casa delle streghe.

S.T. JOSHI è un critico letterario. È il più autorevole conoscitore dell’opera omnia di H.P. Lovecraft, di cui ha scritto in numerosi libri e curato diverse selezioni editoriali.

CHRISTOPHER HITCHENS, morto nel 2011, è stato un importante giornalista e saggista. È ora conosciuto soprattutto quale alfiere del cosiddetto “nuovo ateismo”, in seguito all’enorme successo di pubblico riscosso dal suo libro Dio non è grande.

CARLO PAGETTI è docente di letteratura inglese e di cultura angloamericana presso l’Università degli Studi di Milano. Ha pubblicato diverse opere sul romanzo inglese e nordamericano, in particolare dell’area del fantastico, della fantascienza e della letteratura utopica. Ha curato l’edizione italiana di tutti i romanzi di P.K. Dick.

 

Il catalogo di Nessun Dogma — che affianca la traduzione di classici inediti in Italia a opere che affrontano tematiche scottanti con un impertinente approccio laico-razionalista — comprende 30 pubblicazioni.

Tra le più recenti segnaliamo: E Gesù diventò Dio. L’esaltazione di un predicatore ebreo della Galilea di Bart D. Ehrman; L’islam e il futuro della tolleranza. Un dialogo di Sam Harris e Maajid Nawaz; O scienza o religione di Jerry A. Coyne; Il multiculturalismo e i suoi critici di Kenan Malik.

Comunicato stampa