Archivi Mensili: maggio 2019

La clericalata della settimana, 19: Marcello Foa vuole più cattolicesimo in Rai

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del presidente della Rai… Leggi tutto »

Cercasi partiti interessati al voto laico

Il recente sondaggio realizzato dalla Doxa per conto dell’Uaar ha confermato, se ce ne fosse stato ancora bisogno, che la maggioranza degli italiani è tendenzialmente laica. Anzi, gli italiani sono laici con un’intensità persino maggiore rispetto a tante credenze e aspettative, e diventano ancora più laici se sono messi in condizione di comprendere come funzionano (e quanto realmente incidono sulle loro tasche) le tante attività “pubbliche” della Chiesa cattolica. Nello stesso tempo, le consultazioni europee ripropongono, a chi vorrebbe esprimere… Leggi tutto »

Roberto Grendene nuovo segretario Uaar

Sabato 11 e domenica 12 maggio si è svolto, a Rimini, il XII Congresso dell’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti (Uaar). Ai lavori hanno partecipato 167 soci che hanno eletto come nuovo segretario Roberto Grendene, con quasi il 60% dei voti. Nel Comitato di Coordinamento sono stati eletti, oltre a Grendene, Adele Orioli, Elisa Corteggiani, Paul Manoni, Giorgio Maone, Massimo Maiurana, Cinzia Visciano, Rosanna Lavagna e Manuel Bianco. Per il collegio dei probiviri sono stati eletti Gabriella Bertuccioli, Flaviana… Leggi tutto »

Sondaggio Doxa per l’Uaar. Calano i cattolici, crescono gli atei. Sei italiani su dieci per la separazione Stato-religione

L’Italia è divisa quasi perfettamente in tre: cattolici praticanti, cattolici non praticanti, altri. Atei e agnostici, da soli, fanno quasi metà degli «altri». I credenti sono infatti l’82% (di cui 66,7% cattolici e 15,3% altro) mentre i non credenti sono il 15,3% della popolazione (di cui 9% atei e 6,3% agnostici). Rispetto a 5 anni fa i credenti cattolici sono in diminuzione (−7,4%) mentre crescono gli atei (+3,8%). L’ateo o agnostico tipico è maschio, del nord, giovane (il 25,6% ha… Leggi tutto »

Atei e agnostici a congresso

Sabato 11 e domenica 12 maggio si svolgerà, a Rimini, il XII Congresso dell’Uaar che traccerà un bilancio degli ultimi tre anni, ma sarà anche occasione per riflettere sulle sfide future in materia di ragione e laicità. Dal passato Congresso a oggi tante le iniziative messe in piedi: dal Festival laico umanista — una tre giorni di eventi organizzati in occasione del trentennale dell’Uaar, a Senigallia — al primo Convegno internazionale dell’associazione — (sullo status giuridico del non credente in… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 18: Giorgia Meloni contro la sala del commiato senza simboli religiosi

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è di Giorgia Meloni, leader… Leggi tutto »

Se lo Stato cede alle spinte multiculturaliste

È risaputo che nelle città spesso la popolazione di intere aree e quartieri tende a omogeneizzarsi su base sociale e culturale, e questo fenomeno viene alimentato in particolare anche dai flussi migratori. L’immigrato infatti preferisce naturalmente stare vicino a gente con cui condivide la stessa cultura, la stessa lingua e in generale qualunque fattore comune, e questo innesca un circolo vizioso che ha come risultato la progressiva sostituzione in quella determinata zona del tipo di popolazione. O in alcuni casi… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 17: il leghista Furgiuele per i matrimoni, ma solo religiosi

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del deputato leghista Domenico… Leggi tutto »