La clericalata della settimana, 28: dalla Regione Friuli-Venezia Giulia 200 mila euro alla Diocesi triestina

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è della Regione Friuli-Venezia Giulia che

ha stanziato 200mila euro per un convegno sul rapporto tra scienza e fede organizzato dalla diocesi di Trieste

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Michele Facci, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Regione Emilia-Romagna, ha presentato un emendamento alla norma contro l’omofobia in discussione nel quale si definiscono come “incompatibili con la presente legge orientamenti sessuali quali: la pedofilia, la necrofilia, la zoofilia”, di fatto paragonandoli all’omosessualità. La componente cattolica del Pd ha inoltre fatto approvare, per la stessa norma regionale, un emendamento che nega contributi alle organizzazioni che “realizzano, organizzano o pubblicizzano la surrogazione di maternità”.

La polizia municipale di Trieste ha multato un automobilista per 102 euro, perché colpevole di aver bestemmiato dopo aver già ricevuto una contravvenzione per divieto di sosta.

Il senatore leghista Simone Pillon si è scagliato contro un paio di immagini a suo dire “blasfeme” esposte durante i gay pride.

La redazione