Articoli Di: rgrendene

Ottopermille, lo sconosciuto celeberrimo

L’anno scorso il sito della campagna informativa dell’UAAR a proposito dell’8×1000, occhiopermille.it, ha avuto un importante aggiornamento e tra le novità è stato aggiunto un quiz di dieci domande per verificare le conoscenze degli internauti sull’argomento. Un anno e 2100 risposte più tardi, scattiamo allora una fotografia del livello di conoscenza dell’8×1000 degli italiani utilizzando i risultati del sondaggio. Prima domanda: A chi va il tuo 8×1000 se non scegli a chi destinarlo? Questa prima risposta sembrerebbe dimostrare che tre… Leggi tutto »

Il premio di laurea Uaar non aspetta: vogliamo la tua tesi, ora!

Se ti sei laureata o laureato presso un’università italiana tra luglio 2020 e giugno 2021, discutendo una tesi coerente con gli scopi dell’Uaar, mandacela subito! Il tuo elaborato potrebbe essere tra quelli che premieremo con 1000 euro (se laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento) oppure con 600 euro (se triennale). Ma soprattutto entrare nell’illustre novero delle opere che dal 2007, anno di istituzione del Premio di laurea Uaar, ci offrono un osservatorio esclusivo sulla riflessione accademica intorno alla non credenza e ai diritti… Leggi tutto »

La «super-religione del mondo che verrà»? È più improbabile del “super-ateismo”

Prevedere il futuro piace a tanti. Tanti amano scriverne per tanti che amano leggerne. Non è un fenomeno recente: ci provò persino Gesù, anche se la sua profezia (Mt 16,28) non si rivelò particolarmente accurata. È già facile sbagliare quando si dispone di ogni elemento per formulare un giudizio ponderato: figuriamoci quando, gli elementi, mancano praticamente tutti. Marco Ventura è un docente di diritto canonico ed ecclesiastico ed è un opinionista del Corriere della Sera. Ha recentemente scritto un libro… Leggi tutto »

Messaggio di solidarietà di Wole Soyinka a Mubarak Bala

Mubarak Bala, presidente della Humanist Association of Nigeria, è detenuto arbitrariamente in carcere da più di un anno. A quanto risulta, nessuna accusa formale gli è mai stata formulata. Nei giorni scorsi 89 organizzazioni, tra cui l’Uaar, hanno firmato un appello per chiedere la sua liberazione, chiesta anche da numerosi responsabili delle Nazioni Unite. In tale occasione pubblichiamo la traduzione del messaggio di solidarietà scritto lo scorso 6 agosto dal Premio Nobel nigeriano Wole Soyinka. Caro Mubarak, ti scrivo oggi,… Leggi tutto »

Il presidente irlandese denuncia il sistema scolastico segregazionista dell’Irlanda del Nord

Il presidente della Repubblica d’Irlanda, Michael D Higgins, ha condannato la segregazione dei bambini in età scolare nell’Irlanda del Nord. Northern Ireland Humanists – che da tempo si batte per un unico sistema educativo scevro da divisioni religiose – ha accolto con favore la notizia affermando che l’Irlanda del Nord deve orientarsi verso un sistema educativo unico e inclusivo se si vogliono pace e integrazione nel Paese. «Chi nel 2021 può giustificare l’insegnamento separato sulla base della religione?», ha detto… Leggi tutto »

CISL Scuola più papista della diocesi

Nell’anno scolastico in corso, ai sensi della legge 92/2019, ha preso il via l’insegnamento dell’Educazione civica (IEC), previsto su 33 ore obbligatorie. Tali ore possono essere distribuite su più materie, ma è illegittimo che tra esse sia compreso l’insegnamento della religione cattolica (IRC) se anche un solo alunno non si avvale di tale materia confessionale. La legge è chiara, tanto per l’Uaar quanto per gli uffici diocesani che si occupano di IRC. Ma non per CISL Scuola, che pretende di… Leggi tutto »

Pazzi per la religione

Della vile imboscata tesa dalla tv egiziana a Mohamed Hisham Nofal, raccontata nel numero 2-2020 di Nessun Dogma, c’è un elemento che mi è rimasto particolarmente impresso: l’imam che suggerisce a Mohamed di andare a farsi vedere da uno psichiatra perché soffrirebbe di turbe mentali. Un uomo che passa la vita a recitare formule magiche, convinto che il paradiso sia costituito da 72 donne vergini (speriamo che il lubrificante sia incluso nell’offerta) e che crede che Maometto sia volato in… Leggi tutto »

I francesi contro il loro concordato

La Francia viene spesso esaltata – o denigrata – come modello di laicità. La legge del 1905 rappresenta un unicum, ma è inadeguata di fronte alle nuove sfide (e alle “nuove” religioni). Da qui la recente norma contro il “separatismo”, fortemente voluta dal presidente Emmanuel Macron, che sta passando un faticoso vaglio in Senato. Ma il quadro della laïcité mostra sbavature. Come la sopravvivenza del concordato dell’Alsazia-Mosella. L’annessione alla Francia di quest’area contesa con i tedeschi non ha scalfito l’impostazione… Leggi tutto »