Articoli nella Categoria: Generale

Alle Nazioni Unite Humanists International condanna la “cultura dell’impunità” vigente in Iran

Durante un dialogo con il Relatore speciale delle Nazioni Unite sull’Iran al Consiglio dei diritti umani, Humanists International ha chiesto la fine dell’impunità per le violazioni dei diritti umani. Il confronto, parte della 46.ma sessione del Consiglio dei diritti umani, ha riguardato l’ultimo rapporto del Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla situazione dei diritti umani nella Repubblica islamica dell’Iran, Javaid Rehman. Sia nel suo rapporto sia nella sua presentazione dello stesso al Consiglio, Rehman ha fatto riferimento a tre casi… Leggi tutto »

Dio ti guarda, e pure l’arbitro (in VAR)

Ancora oggi in Italia la bestemmia viene sanzionata con una sonora multa: dai 51 ai 309 euro. In un paese tradizionalista come il nostro sembra che questa “piaga” affligga anche il mondo del calcio. Tra i tanti casi negli anni, cui puntualmente segue l’autoflagellazione del profanatore, il tema torna d’attualità in chiave meno vittimistica con le dichiarazioni dell’allenatore Serse Cosmi. Il casus belli è la partita tra Como e Juventus del 1975: una fragorosa bestemmia all’88esimo diventa il primo caso… Leggi tutto »

Non avevano leggi per punire un blasfemo. Samuel Paty, martire laico dell’era del vittimismo

Parigi, Venerdì 16 Ottobre 2020. Una testa madida di sangue rotola inespressiva davanti al college Bois D’Aulné. L‘attentatore, un 18enne ceceno di fede musulmana, ne fa una foto e la pubblica su Twitter come monito agli infedeli. La guerra feroce dei fondamentalisti contro i ‘blasfemi’ continua, anche nella Francia del XXI secolo. La vittima è un professore di 47 anni, esposto alla mercé degli islamisti dalla testimonianza di una sua studente. Che la settimana scorsa ha infine confessato alla polizia… Leggi tutto »

Decrocifiggere le montagne! (non confondiamo l’immanente con trascendente)

Non c’è vetta di monte che non sia stata marcata da un qualche simbolo religioso, il crocifisso in testa a tutti, soprattutto nel nostro paese. La sommità delle montagne è stata luogo privilegiato della trascendenza, metafora dell’ascesa al cielo, sentiero di purificazione interiore. È sembrato perciò normale appropriarsi di questi vertici, della loro potente suggestione per veicolare il sacro. Allora percuoterli, scavarli, cementificarli per collocarvi sopra una più o meno grande croce è parso ovvio, una testimonianza di fede, un… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 11: il Consiglio comunale di Udine sostiene le associazioni no-choice

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del Consiglio comunale di… Leggi tutto »

L’Uaar al fianco delle donne, contro ogni paternalismo

Immaginavamo che la nostra campagna Aborto farmacologico. Una conquista da difendere avrebbe suscitato reazioni. E infatti, puntuali come un orologio, sono arrivate. E con esse i biechi attacchi personali ai danni di Alice, donna che con determinazione e coraggio ha accettato di essere testimonial di questa campagna informativa sulla Ru486. Quasi tutti coloro che si sono presi la briga di prendere carta e penna per commentare (non facciamo nomi, loro spesso non fanno il nostro) l’hanno fatto proprio all’insegna di… Leggi tutto »

Da Sanremo a Charlie Hebdo, alla scoperta dei veri snowflake: gli integralisti religiosi

Il Festival di Sanremo è finito sotto anatema per “blasfemia”. Bazzecole rispetto alla divergenza espressa dal segretario Uaar Roberto Grendene sul segno della croce con cui Amadeus ha iniziato la kermesse sulla tv pubblica. E dire che qualcuno aveva parlato pure di “fiocco di neve”, alludendo al vezzo di certi progressisti di sentirsi feriti per questioni di poco conto. Peccato che a rubare presto la scena è stata l’ondata di reazioni isteriche di politici, media ed esponenti religiosi (cristiani) contro… Leggi tutto »

Religione di alcuni, contagio di tutti

Mentre la pandemia di coronavirus continua a galoppare, in Italia e nel mondo i privilegi religiosi mettono a rischio la vita di tutti. Ne parla Adele Orioli nel n. 2/2021 della rivista Nessun Dogma. Per leggere tutti i numeri della rivista associati all’Uaar, abbonati oppure acquistala in formato digitale. Proprio mentre scriviamo la pandemia galoppa, in ondate che ormai sembrano essere sempre meno distinguibili fra loro, in una scia ancora emergenziale di morte e sofferenza. L’Europa è pressoché tutta alle prese… Leggi tutto »