Articoli nella Categoria: Generale

Importante sentenza Ue: è legittimo negare privilegi alla macellazione rituale

La Corte di Giustizia dell’Unione europea ha stabilito, nei giorni scorsi, che gli stati che ne fanno parte possono imporre alle confessioni religiose di adeguarsi alle leggi generali in materia di macellazione animale. Nel 2017, infatti, la regione belga delle Fiandre aveva approvato un decreto che vietava di uccidere animali non precedentemente storditi, al fine di minimizzare la loro sofferenza. Contro il provvedimento avevano presentato ricorso associazioni ebraiche e islamiche, le cui dottrine esigono invece di uccidere l’animale ancora cosciente,… Leggi tutto »

In uscita il nuovo numero della rivista Nessun Dogma!

È in uscita il nuovo numero del bimestrale dell’Uaar Nessun Dogma – Agire laico per un mondo più umano. Con interviste, rubriche, recensioni per conoscere l’impegno di uomini e donne, dell’Uaar e non solo. Con uno sguardo laico umanista su temi come diritti, etica, filosofia, politica, scienza. Sessanta pagine dedicate a chi vuole cambiare il mondo per renderlo più laico, più umano, più assennato. Con gli approfondimenti e le storie che non trovate altrove. La copertina del numero 1/2021 è dedicata… Leggi tutto »

Eutanasia: oggi in Spagna, domani in Italia?

In Spagna il Congresso dei deputati – il corrispettivo della nostra Camera – ha approvato con 198 sì, 138 no e 2 astenuti una legge che consente suicidio assistito ed eutanasia. Contraria in aula la destra confessionalista, in particolare Vox e Partito popolare. Ora rimane l’approvazione da parte del Senato, ritenuta molto probabile. La riforma rientra infatti nell’accordo programmatico della coalizione di governo formata da Partito socialista e Unidas Podemos, guidata da Pedro Sanchez. Si prospetta quindi una ulteriore svolta… Leggi tutto »

Virus clericale, nazione infetta

In questi giorni il governo sta valutando ulteriori misure per arginare l’epidemia di coronavirus, ma non sono previste limitazioni particolari per i riti religiosi con i fedeli. Persino in questi mesi, nonostante l’evidenzia scientifica e diversi episodi di cronaca, le istituzioni hanno mantenuto un occhio di riguardo per la Chiesa cattolica. Si sono pure intensificati in maniera ossessiva gli atti di ossequio e sottomissione verso la religione da parte di figure pubbliche, a tutti i livelli, per invocare presunti aiuti… Leggi tutto »

La religione è in declino, per diversi buoni motivi

I non affiliati a una religione e gli atei e gli agnostici dichiarati sono in una fase di forte crescita numerica. Che è facilmente verificabile in occidente e in estremo oriente, ma comincia a essere rilevabile anche in America Latina e persino nel mondo arabo-musulmano. È un dato di fatto inconfutabile, anche se non se ne parla granché. Forse perché tanti organi d’informazione preferiscono le false rivoluzioni a quelle vere. Non è un dato universale, perché in troppi paesi il… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 50: il sindaco di Palermo giura fedeltà all’Immacolata e rinnova il “patto di sangue”

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del sindaco di Palermo… Leggi tutto »

Le realtà invisibili

“The bubbles are not reality, it’s inside your head” cantavano gli Eiffel 65 più di 20 anni fa e il messaggio è più attuale che mai. Viviamo in una bolla, interagiamo principalmente con persone coi nostri stessi gusti, evitiamo di leggere le notizie che non ci piacciono, abitiamo in quartieri dove i vicini hanno stili di vita simili e sui social la dinamica è ancora più accentuata: la cerchia di amici e conoscenti che ci scegliamo tende a rassicurarci sulla… Leggi tutto »

Vogliamo rendere laico e civile il nostro paese

No, l’Italia non è un paese laico e civile. Certo, non c’è la pena di morte per chi esce dalla religione nella quale è stato inserito dalla nascita, come invece accade in almeno 10 paesi nel mondo. Ma occupa solo il 101° posto nella classifica dei paesi che rispettano i diritti di atei e agnostici, dietro la Polonia e ben lontani dalla vetta, dove per l’Europa ci sono Olanda e Belgio. E non lo è per le scelte politiche, visto… Leggi tutto »