Articoli nella Categoria: Opinioni

Gender Theory e identità

Franco Buffoni* 1. “Donne non si nasce, si diventa”, diceva Simone de Beauvoir. Chi nasce di sesso femminile è indotto a crescere come la sua società ritiene che debba essere una donna. Lo stesso potrebbe dirsi per l’omosessuale, almeno per quanto attiene alla sfera della cosiddetta “omofobia interiorizzata”, cioè a quelle istanze antiomosessuali prevalenti nel mondo sociale che il bambino inconsapevolmente assorbe e poi volge anzitutto contro se stesso. In sostanza, l’identità sessuale di ogni persona è stabilita dal sesso… Leggi tutto »

Il marketing sulle conversioni

Raffaele Carcano* Nei giorni scorsi il quotidiano Libero ha pubblicato un articolo di Gennaro Malgieri, già direttore del Secolo d’Italia e già consigliere d’amministrazione della RAI, la cui tesi di fondo è esplicitata fin dal titolo: Perché Dio si scopre negli anni del tramonto. L’occhiello precisava: La conversione di Foa. E di altri. Altri nomi, in realtà, nell’articolo non ce n’erano: un box redazionale ricordava però i casi di Gramsci, Guttuso, Montanelli e Fallaci. Solenne topica: tre dei quattro non… Leggi tutto »

Perché, per definire il non credente, preferisco il termine ‘ateo’

Bruno Gualerzi* Umanista, laico, agnostico, ateo.. Non si tratta certo di sinonimi, anche se spesso vengono usati in alternativa gli uni agli altri per significare uno stesso concetto, ritenendo gli uni più in grado degli altri di definire una stessa condizione: quella del non credente. In gioco quindi c’è il tipo di atteggiamento da assumere nei confronti della questione religiosa e nei confronti di chi professa una religione in modo totalizzante, da testimoniare con ogni comportamento. Insomma, in contrapposizione al… Leggi tutto »

Natura umana e diritto

Franco Buffoni* 1. E’ stato un cortocircuito divertente: dapprima da parte clericale si sostenne che gli animali, che sono “naturali”, non praticano l’omosessualità. Dimostrato scientificamente che gli animali non disdegnano affatto l’omosessualità; che in molte specie l’accoppiamento omosessuale è un dato di consuetudine anche in presenza di individui del sesso opposto, e non solo in cattività; che in altre specie vicine all’homo sapiens il sesso è slegato dal ciclo riproduttivo (e questo è fondamentale: la separazione tra sessualità e procreazione),… Leggi tutto »

Un altro paradiso illusorio

Raffaele Carcano* Nonostante siano ampiamente pubblicizzate da ogni agenzia di viaggio, non è questo il periodo ideale per visitare le Maldive. E non solo per ragioni climatiche. Piove sulla libertà di coscienza, nel mondo patinato che ammicca agli occidentali desiderosi di relax. Anche quello dell’arcipelago si è ormai rivelato un paradiso illusorio: l’acquario di Allah si è tinto di sangue. Ismail Mohamed Didi, un giovane di venticinque anni, si è suicidato. L’ha fatto perché ateo, perché per gli atei non… Leggi tutto »

“La religione è l’oppio dei popoli”? Nessun dubbio. Però…

Bruno Gualerzi* Non è stato molto difficile (magari da parte di ‘atei devoti’) ‘dimostrare’ che, fra i tanti oppiacei, quello rappresentato dalla religione in fondo non era poi così alienante se solo lo si fosse paragonato all’alienazione dovuta a certe ideologie. Per esempio al materialismo storico. Non è stato difficile perché, oppio per oppio, quello rappresentato dalla religione conserva pur sempre una grande forza di suggestione in quanto reca con sé una promessa di salvezza eterna che nessuna proposta di… Leggi tutto »

Bertone e Bagnasco, due competitori politici?

Giulio Cesare Vallocchia* Periodicamente trapelano dagli austeri ambulacri vaticani notizie, ma anche pettegolezzi, su rivalità cardinalizie finalizzate ovviamente ad maiorem dei gloriam e certo non a meschini giochi di potere. Per la verità qualche dispettuccio, qualche gomitata e qualche sgambetto fra preti carrieristi ci deve essere stata se anche il papa recentemente ha ritenuto di richiamare i sui ministri ad una prassi comportamentale più eticamente ed evangelicamente corretta. Ma due episodi di recentissima cronaca politica ci fanno sospettare che due… Leggi tutto »

Etica e stato di diritto

Franco Buffoni* 1. Giosuè Carducci, nella sua storia della letteratura italiana (Dello svolgimento della letteratura nazionale 1868-1871), al termine del capitolo dedicato a Firenze alla fine del Quattrocento, considerando il passaggio dall’Umanesimo al Rinascimento, con riferimento a Savonarola descrive ciò che questi – a parer suo – non aveva compreso: “Che la riforma d’Italia era il rinascimento pagano, e che la riforma puramente religiosa era riservata ad altri popoli più sinceramente cristiani”. Questa frase di Carducci continua a ronzarmi in… Leggi tutto »