Articoli nella Categoria: UAAR

Rapporto 2017 sulla libertà di pensiero nel mondo: atei sempre più a rischio

In almeno 85 Paesi al mondo — compresa l’Italia — atei e agnostici subiscono gravi discriminazioni: in 30 (perlopiù Stati islamici o con una popolazione a maggioranza musulmana) le discriminazioni sono gravissime e in una decina l’apostasia è punita con la pena di morte. È questo il quadro che emerge dal Freethought Report 2017, il rapporto sulla libertà di pensiero nel mondo, promosso dall’International Humanist and Ethical Union (Iheu, di cui l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti fa parte)… Leggi tutto »

Altro che bonus bebè. Con l’“emendamento oneri” 100 milioni per nidi e scuole da tagli all’edilizia di culto

«Tra gli emendamenti al decreto fiscale presentati alla Camera ce ne è uno che, se votato, consentirebbe di destinare 100 milioni per strutture pubbliche per l’infanzia distraendoli dall’edilizia di culto. È quindi davvero curioso che tenga banco l’estenuante trattativa sul bonus bebè quando per sostenere le famiglie basterebbe approvare questa modifica». Adele Orioli, portavoce dell’Uaar, commenta così l’inserimento tra gli emendamenti al decreto fiscale in discussione alla Camera di quello, a firma degli onorevoli Mara Mucci e Ivan Catalano (Gruppo… Leggi tutto »

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Un importante appello per la valorizzazione della scienza è arrivato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione delle celebrazioni al Quirinale per la manifestazione “I giorni della ricerca” organizzata dall’Airc. Durante l’evento il presidente ha affrontato alcuni temi d’attualità, strategici per l’Italia. Su cure mediche e vaccini, ha ammonito:… Leggi tutto »

La ministra Fedeli sul caso della scuola di Palermo. Un vergognoso intervento confessionale, si dimetta

«È inaccettabile che la ministra dell’Istruzione, invece di difendere l’operato del preside, lo attacchi con argomenti privi di fondamento. Da Fedeli ci aspettavamo che, nel caso in cui avesse deciso di intervenire sulla questione, si schierasse in maniera netta per una scuola inclusiva, laica e all’avanguardia. E invece le aspettative riposte nelle istituzioni sono state anche questa volta disattese». Così Adele Orioli, responsabile iniziative legali dell’Uaar, ha commentato l’intervento della ministra in merito al caso della scuola Ragusa Moleti di… Leggi tutto »

“E Gesù diventò Dio”. In libreria l’ultima uscita di Nessun Dogma

Con l’ultimo volume pubblicato, in libreria in questi giorni, il catalogo di Nessun Dogma — il progetto editoriale dell’Uaar — si arricchisce di un autore acclamato persino dal New York Times. L’Uaar ha infatti dato alle stampe E Gesù diventò Dio. L’esaltazione di un predicatore ebreo della Galilea dello studioso statunitense Bart D. Ehrman. In questo lavoro, il docente di Studi religiosi autore di una ventina di libri sul cristianesimo delle origini, analizza il Gesù storico smontando pezzo per pezzo l’idea che Gesù sia Dio incarnato…. Leggi tutto »

L’Uaar presenta ricorso contro il Comune di Roma per l’assunzione di 50 insegnanti di religione

L’Uaar ha presentato ricorso contro Roma Capitale per il bando di concorso per la stabilizzazione (a tempo pieno e indeterminato) di 50 insegnanti di religione cattolica nelle scuole dell’infanzia di Roma, il cui avviso di indizione è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 settembre scorso. «All’origine di questo ricorso non c’è la volontà di contestare le ben due ore settimanali di religione nella scuola materna», commenta Adele Orioli, responsabile iniziative legali dell’Uaar: «Ovviamente non vediamo la necessità di un… Leggi tutto »

Proposte di lettura

Segnaliamo alcuni libri usciti recentemente in cui si approfondiscono i temi di cui si interessa l’Uaar.

“Posso scegliere da grande?” Al via la nuova campagna dell’Uaar

È partita oggi la nuova campagna di promozione sociale dell’Uaar incentrata sulla libertà di scelta dei bambini. Nell’imminenza della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia, che ricorre il 20 novembre, l’Uaar ha infatti deciso di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sul diritto dei più piccini a crescere senza imposizioni, senza dogmi di alcun tipo. “Vogliamo che tutti si fermino un attimo a riflettere se non sia meglio che un bambino possa, autonomamente e nel tempo necessario, sviluppare proprie convinzioni, o se invece è giusto… Leggi tutto »