Articoli nella Categoria: UAAR

“Nessuno può condannarvi a vivere”. Mina Welby e Beppino Englaro al Festival Laico Umanista

“Nessuno può condannarvi a vivere”. Con queste parole di Beppino Englaro si è concluso l’incontro con Mina Welby e Beppino Englaro, moderato dalla giornalista Simona Maggiorelli, organizzato ieri venerdì 6 ottobre dall’Uaar nell’ambito del Festival Laico Umanista in corso a Senigallia. Mina Welby, raggiunta in questi giorni dalla notizia della chiusura delle indagini preliminari e ora indagata per aver accompagnato Davide Trentini in Svizzera al fine di accedere all’assistenza alla morte volontaria, ha dichiarato ieri sera che ritiene di dover… Leggi tutto »

Messaggio di Sergio Staino per l’Uaar

Come già saprete, il nostro presidente onorario Sergio Staino è diventato un collaboratore del quotidiano dei vescovi Avvenire. Gli abbiamo chiesto di spiegare la sua scelta ai nostri soci e simpatizzanti. Commenteremo le sue considerazioni lunedì, al termine del Festival Laico-Umanista che ci vedrà impegnati da oggi a Senigallia. Perché siamo sicuri che sarà una bellissima occasione per tutti per confrontarsi su ragione e laicità.   “Voi potete andare in chiesa ogni giorno, voi potete ogni giorno confessarvi e comunicarvi,… Leggi tutto »

Staino collabora con Avvenire? L’Uaar gli fa i suoi migliori auguri

«Apprendiamo da alcuni organi di stampa che Staino, uno dei presidenti onorari della nostra associazione, ha iniziato una collaborazione con il quotidiano cattolico Avvenire. Saremmo bugiardi se dicessimo che la cosa non ci ha sorpresi. Tuttavia il sentimento in questo momento predominante è quello della curiosità: curiosità di vedere come e quanto Staino saprà instaurare quel dialogo tra credenti e non credenti che, con buona pace dei nostri detrattori, non abbiamo mai osteggiato». Con queste parole la portavoce dell’Uaar, Adele… Leggi tutto »

Mostra del Cinema di Venezia: il premio Brian a “Les bienheureux”

Il film “Les bienheureux” della regista algerina Sofia Djama è la pellicola insignita quest’anno del Premio Brian, assegnato fin dal 2006 dall’Uaar. “Il film — spiega la giuria — è ambientato nel 2008, nel ventennale del massacro che diede il via alla guerra civile che ha così profondamente segnato la vita pubblica e privata dell’Algeria.  La generazione che ha lottato per la laicità è delusa e scoraggiata di fronte a una società che è diventata repressiva e ‘bigotta’ e che sembra incapace… Leggi tutto »

Proposte di lettura

Segnaliamo alcuni libri usciti recentemente in cui si approfondiscono i temi di cui si interessa l’Uaar.

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Il recente concerto del dissacrante cantante Marilyn Manson in programma in quel di Villanova, provincia di Verona, ha scatenato la reazione timorata degli integralisti cattolici locali, che si sono mobilitati con sit-in, raccolte firme, rosari di riparazione e preghiere per chiederne l’annullamento. Un susseguirsi di polemiche che ha spinto persino… Leggi tutto »

Caro Scalfari, davvero gli intolleranti siamo noi atei?

«Da oggi cambiamo nome: non saremo più l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, ma l’Unione degli Orango e degli Scimpanzé. Grati al signor Eugenio Scalfari per averci illuminato circa la nostra vera natura». Il segretario dell’Uaar, Stefano Incani, commenta così l’articolo uscito su L’Espresso domenica 23 luglio, dal titolo “Atei militanti perché sbagliate”, in cui il fondatore del settimanale dice che gli atei gli ricordano gli scimpanzé «dai quali la nostra specie proviene», perché dotati di un «Io che… Leggi tutto »