Articoli nella Categoria: Comunicati

Manifesto Uaar nel mirino di vandali: “Un gesto antidemocratico”

«Siamo esterrefatti e amareggiati, ma non saranno certo episodi come questo a fermarci». Liana Moca, responsabile del circolo dell’Aquila dell’Uaar, commenta così l’atto vandalico che ha deturpato uno dei manifesti affissi nella provincia della campagna Uaar “Scegliere da grande” che invitano, in questo periodo di iscrizioni scolastiche, a scegliere un’educazione senza indottrinamento religioso. «Non conosciamo ovviamente le ragioni che hanno spinto qualcuno, nella notte scorsa, a compiere questo gesto. Non sappiamo se sia frutto del clima politico avvelenato che si… Leggi tutto »

Campagna rifiutata dal trasporto pubblico milanese: l’Uaar presenta istanza formale di accesso agli atti

«Sul rifiuto della nostra campagna “Scegliere da grande” da parte del trasporto pubblico di Milano vogliamo vederci chiaro. Per questo — annuncia Adele Orioli, portavoce e responsabile iniziative legali dell’Uaar — i nostri legali hanno inviato una formale istanza di accesso agli atti al fine di capire su che basi sia stata presa questa decisione». Al centro della questione la seconda fase della campagna Uaar “Scegliere da grande” che sta interessando decine di comuni su tutto il territorio nazionale con… Leggi tutto »

Al via il progetto “Cerimonie uniche”

È partito in questi giorni il progetto “Cerimonie uniche” — creato e sostenuto dall’Uaar — che riunisce celebranti laici, accuratamente formati da docenti nazionali e internazionali, al servizio di chiunque desideri festeggiare un momento importante della propria vita o commemorare una persona scomparsa sulla base dei propri desideri e delle proprie inclinazioni personali, senza essere costretto in schemi preconfezionati e uguali per tutti. «Da anni l’Uaar è impegnata in questo campo e così abbiamo deciso di fare un passo ulteriore… Leggi tutto »

“Scegli l’ora alternativa”. Al via la seconda fase della campagna Uaar “Posso scegliere da grande?”

«Per farli scegliere da grandi, scegli l’ora alternativa». È questo lo slogan che da oggi e per le prossime tre settimane campeggerà su volantini, manifesti, autobus e giornali locali su iniziativa dei circoli dell’Uaar sparsi su tutto il territorio nazionale. «L’idea è quella di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sul diritto dei più piccini a crescere senza imposizioni, senza dogmi di alcun tipo», spiega Roberto Grendene, responsabile campagne dell’associazione. «In particolare abbiamo scelto la data di oggi per far partire questo… Leggi tutto »

L’Emilia Romagna, regione a più alto tasso clericale

Un po’ a sorpresa è l’Emilia Romagna la regione che nel 2017 registra il più alto tasso di clericalismo istituzionale stando al quadro che emerge dalla “Clericalata della settimana”, la sezione del sito dell’Unione degli Atei e degli Agnostici razionalisti (Uaar), che raccoglie le affermazioni e gli atti più clericali compiuti da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. «L’Emilia Romagna ha in effetti inanellato una lunga serie di iniziative di stampo confessionale», commenta Adele Orioli, portavoce e responsabile iniziative… Leggi tutto »

Biotestamento: una vittoria per il Paese

«È una vittoria per il Paese intero. Siamo felici e anche orgogliosi di aver dato il nostro contributo per questa fondamentale battaglia di civiltà». Il segretario dell’Uaar, Stefano Incani, commenta così l’odierna approvazione della legge per il biotestamento. «Questo Parlamento ha fatto il suo dovere ponendosi in ascolto della stragrande maggioranza del Paese che da anni chiedeva una legge che disciplinasse il fine vita lasciando ai singoli la possibilità di scelta. Non possiamo che rendergliene atto. Azzardandoci anche a dire… Leggi tutto »

Legge sul biotestamento: l’Uaar in fiduciosa attesa

«Siamo in fiduciosa attesa. Il Parlamento ha l’occasione di dimostrare che è in ascolto del Paese e non della Chiesa cattolica». Il segretario dell’Uaar, Stefano Incani, commenta così il voto conclusivo sulla legge per il biotestamento previsto per la giornata di domani. «Una legge simile è tra gli obiettivi della nostra associazione da quando ne ho memoria. Ed era inoltre una delle 5 leggi laiche che chiedevamo a inizio legislatura (unioni civili e divorzio breve sono andate in porto). Negli… Leggi tutto »

Rapporto 2017 sulla libertà di pensiero nel mondo: atei sempre più a rischio

In almeno 85 Paesi al mondo — compresa l’Italia — atei e agnostici subiscono gravi discriminazioni: in 30 (perlopiù Stati islamici o con una popolazione a maggioranza musulmana) le discriminazioni sono gravissime e in una decina l’apostasia è punita con la pena di morte. È questo il quadro che emerge dal Freethought Report 2017, il rapporto sulla libertà di pensiero nel mondo, promosso dall’International Humanist and Ethical Union (Iheu, di cui l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti fa parte)… Leggi tutto »