Articoli nella Categoria: Comunicati

In libreria l’ultima uscita di Nessun Dogma: “Laicità. Politica, religione, libertà”

L’ultima pubblicazione di Nessun Dogma — il progetto editoriale dell’Uaar — in libreria in questi giorni è dedicata alla relazione tra politica e religione e in particolare allo strumento più indispensabile di tutti nella gestione dei rapporti tra le due: la laicità, la quale — nonostante il ruolo chiave che è chiamata a svolgere nelle moderne società — non è al centro del dibattito pubblico tanto quanto le altre due. Perché? E perché, nonostante l’avanzata della secolarizzazione, la religione continua… Leggi tutto »

Tria sull’otto per mille: vorremmo altrettanta sollecitudine nell’informare i contribuenti

«Durante il question time di ieri alla Camera dei Deputati, il ministro Tria ha detto che trattenere in compensazione le quote dell’otto per mille destinate alla Chiesa cattolica, al fine di estinguere il debito della stessa Chiesa per il mancato pagamento ICI, sarebbe lesivo delle scelte contribuenti. Siamo contenti che il ministro avverta come un problema il ledere o meno le scelte dei contribuenti e speriamo che ciò si traduca presto in una modifica del sistema visto che moltissimi contribuenti… Leggi tutto »

Lancio Rapporto Iheu sulla libertà di pensiero nel mondo: quali sono per gli atei i dieci paesi migliori e i dieci peggiori in cui vivere

È stato presentato oggi a Roma, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati, il Rapporto sulla libertà di pensiero nel mondo 2018 promosso dall’International Humanist and Ethical Union (Iheu, di cui l’Uaar fa parte). L’edizione di quest’anno è la prima — da quando, nel 2012, l’Iheu ha iniziato a pubblicare il Rapporto — a contenere una classifica completa di tutti i paesi del mondo in base al livello di discriminazione nei confronti di atei, umanisti e non religiosi. I… Leggi tutto »

Ici-Chiesa, per l’Uaar è una sentenza storica: “ora urgente recuperare le somme”

“Finalmente è stata sancita l’esistenza di un ingiusto quanto palese privilegio e soprattutto la necessità di porvi rimedio” — commenta così Adele Orioli, portavoce e responsabile iniziative giuridiche Uaar, la sentenza della Grande Chambre della Corte di giustizia dell’Ue in merito all’esenzione totale dall’Ici per gli immobili di proprietà della Chiesa come scuole, cliniche e alberghi, che ha annullato le precedenti decisioni della Commissione nel 2012 e della stessa Corte di giustizia Ue in prima istanza. Sull’argomento, anche l’Uaar era… Leggi tutto »

Abolizione reato blasfemia: oggi in Irlanda, domani in Italia?

«L’Irlanda è sempre stata ritenuta più cattolica dell’Italia, ma se le previsioni sul referendum di ieri saranno confermate verrà giù anche uno degli ultimi tasselli del confessionalismo irlandese rendendo palese la possibilità che – e si spera aprendo la strada affinché – anche in Italia si possa finalmente superare questo retaggio fascista che sanziona l’offesa alla religione». Così Adele Orioli, portavoce dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar), sul referendum che ieri ha convocato alle urne i cittadini irlandesi… Leggi tutto »

Processo a Marco Cappato: il rinvio della Corte è un monito che la politica deve ascoltare

«La decisione di ieri della Consulta è un segnale importantissimo che — insieme alle parole del presidente della Camera, Roberto Fico — l’Uaar non può che accogliere con favore. Cinque anni fa infatti abbiamo contribuito — insieme all’associazione Luca Coscioni e ad altre realtà impegnate sul tema — a raccogliere 67mila firme in calce a una petizione popolare per l’eutanasia legale e il testamento biologico, poi depositata in Parlamento, chiedendo in buona sostanza ai nostri rappresentanti di legiferare a riguardo:… Leggi tutto »

Testa o croce? “Quando scegli ginecologo e medico di base, non affidarti al caso!”

Con lo slogan “Testa o croce? Non affidarti al caso” è partita oggi la nuova campagna dell’Uaar mirante a sensibilizzare l’opinione pubblica circa la scelta dei propri medici. «Questa nuova campagna — spiega la portavoce dell’Uaar, Adele Orioli — nasce dalla constatazione che in materia di salute diamo molte scelte per scontate. E se in alcuni casi ciò non comporta particolari conseguenze, lo stesso non si può dire per altri, come per la scelta del proprio ginecologo o del proprio… Leggi tutto »

«Parole di inaudita violenza». L’Uaar sulle dichiarazioni del papa in materia di aborto

«Sono parole sconcertanti, ma allo stesso tempo non ci stupiscono per niente: è noto che sul corpo e sulle scelte delle donne la Chiesa si è sempre permessa di dire di tutto. E il rivoluzionario papa Francesco non fa alcuna eccezione». Adele Orioli, portavoce dell’Uaar, commenta così le esternazioni odierne di papa Bergoglio che stamane, all’udienza generale, ha paragonato il ricorso all’aborto all’affitto di un sicario. «Di fronte a parole di così inaudita violenza è forse puro esercizio di stile… Leggi tutto »