Articoli nella Categoria: UAAR

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Dopo due anni dall’approvazione della legge Cirinnà sono cresciute le coppie che hanno celebrato l’unione civile. Se alla fine del 2016 le unioni erano state 2.433, al 31 dicembre 2017 il totale ha raggiunto quota 6.073. Un incremento di quasi il 150%. In tutta Italia c’è un sensibile aumento di… Leggi tutto »

Unioni gay: dalla Corte di giustizia dell’Unione europea una sentenza storica

«Non possiamo che accogliere con grande soddisfazione la sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea, la quale ieri ha stabilito che la nozione di ‘coniuge’, nelle leggi Ue sulla libertà di soggiorno dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari, è neutra dal punto di vista del genere. Si tratta infatti di una sentenza storica che, pur non entrando nel merito della disciplina in materia dei singoli Stati dell’Ue — che sono liberi di autorizzare o meno il matrimonio omosessuale —… Leggi tutto »

Proposte di lettura

Segnaliamo alcuni libri usciti recentemente in cui si approfondiscono i temi di cui si interessa l’Uaar. Se pensate di acquistarli potete farlo utilizzando i link a IBS qui sotto: in tal modo contribuirete a sostenere l’associazione. Grazie!

“Contro la religione”. Gli scritti atei di H.P. Lovecraft. In libreria l’ultima uscita di Nessun Dogma

La fama di H.P. Lovecraft cresce costantemente nel tempo, e allo stesso modo cresce l’apprezzamento dei suoi lettori. Tuttavia, non molti di loro sono a conoscenza del suo conclamato ateismo e della sua lontananza dalla religione, che il creatore di tanti mondi inesistenti ribadiva in numerose occasioni. Per questo Nessun Dogma — il progetto editoriale dell’Uaar — ha pensato di offrire ai lettori in lingua italiana Contro la religione. Gli scritti atei di H.P. Lovecraft, che contiene gli scritti —… Leggi tutto »

Cinque per mille 2016 all’UAAR: grazie a tutti voi!

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso l’elenco della distribuzione delle scelte per il Cinque per Mille relativo al 2016. L’Uaar è stata scelta da 3.372 contribuenti, per un importo di 142.846,14 euro. L’associazione ringrazia tutti coloro che l’hanno sostenuta e ricorda che è possibile fare altrettanto nella attuale dichiarazione dei redditi.

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Alcuni Comuni hanno fatto ulteriori passi in avanti per il riconoscimento dei diritti dei figli delle coppie omosessuali. La sindaca di Torino Chiara Appendino ha proceduto alla registrazione presso l’anagrafe degli atti di nascita di figli di coppie gay. Per la prima volta in Italia i bambini nati da procreazione… Leggi tutto »

Dodicesima edizione del Premio di laurea Uaar

Il premio di laurea dell’Uaar giunge alla sua dodicesima edizione. È a partire dal 2007 che l’associazione premia tre studenti che si siano laureati con un elaborato finale di particolare pregio coerente con gli scopi sociali dell’Uaar. È previsto un premio per ognuna delle seguenti categorie: discipline giuridiche; discipline umanistiche o sociali (ad esempio filosofia, antropologia, sociologia, psicologia…); altre discipline (medicina, economia, statistica…). I tre premi di quest’anno — di 1.000 euro ciascuno — saranno assegnati all’autore o all’autrice di… Leggi tutto »

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Da Novara arriva una sentenza importante contro l’invadenza confessionale nei rapporti familiari. Un uomo, dissociatosi dai Testimoni di Geova, si è dovuto rivolgere al tribunale perché l’ex moglie e i familiari aderenti a questa confessione lo avevano isolato completamente dalla figlia piccola. La bambina veniva inoltre condotta agli incontri religiosi… Leggi tutto »