Articoli nella Categoria: UAAR

Al voto nei 150 anni della Breccia di Porta Pia. Quando la politica si dimentica della storia

«Le elezioni sono state fissate il 20 settembre. Proprio quest’anno che ricorre il 150° anniversario della Presa di Roma! L’ennesima testimonianza di come tutta la classe politica si sia dimenticata della storia, delle conquiste di libertà e di laicità del nostro paese. C’è da scommettere che per il 25 dicembre avrebbero prestato più attenzione». Il segretario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar), Roberto Grendene, commenta così la notizia che le elezioni regionali, comunali e il referendum costituzionale sul… Leggi tutto »

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. Ventotto senatori del Movimento 5 Stelle hanno presentato un disegno di legge per introdurre nell’articolo 1 della Costituzione il principio della laicità dello stato. Il primo firmatario è Iunio Valerio Romano, che ha ricordato come la laicità non solo garantisca una “tutela più forte della libertà di religione”, ma anche… Leggi tutto »

Ripartiamo dalla laicità. L’Uaar plaude all’iniziativa di 28 senatori M5S

«Inserire il principio di laicità in Costituzione è il primo degli obiettivi dall’Uaar e dunque non possiamo che accogliere con favore il disegno di legge presentato in questi giorni che va in questa direzione e il fatto che l’iniziativa conti già 28 sottoscrittori». Il segretario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (Uaar), Roberto Grendene, commenta così la notizia che 28 senatori pentastellati hanno presentato un disegno di legge – primo firmatario Iunio Valerio Romano – per inserire all’articolo 1… Leggi tutto »

8×1000 della Chiesa per le scuole paritarie? Per una volta siamo d’accordo con la Cei

«Puntuale come un orologio svizzero, anche nella difficile fase che vive il paese, la Chiesa batte cassa per le scuole cattoliche paritarie. I 120 milioni che sarebbero stati stanziati con il decreto rilancio non bastano. Vogliono un miliardo. È sempre la stessa storia: il governo compiace la Cei sottraendo fondi alla scuola pubblica, sotto il consueto ricatto che le paritarie sono indispensabili, che senza sarebbe una sciagura. Una vera e propria fake news: prima di tutto i fondi che vanno alle paritarie… Leggi tutto »

Gli umanisti nigeriani bersaglio di una campagna anti-atea

Dopo l’arresto di Mubarak Bala, un gruppo anti-ateo è stato creato su Facebook dallo stesso avvocato ritenuto dietro la detenzione di Mubarak. Mentre ogni giorno gli umanisti nigeriani ricevono messaggi di odio e minacce di morte. A peggiorare la situazione, sembra che siano stati creati una serie di falsi account “atei” con l’obiettivo di colpire gli atei on line. Humanists International raccomanda i membri della comunità umanista nigeriana di prestare attenzione alle proprie interazioni on line, soprattutto quando si incorre… Leggi tutto »

Dichiarazioni dei redditi e 8×1000: il governo non informa? Ci pensa l’Uaar

Da oggi è possibile inviare la dichiarazione 730 precompilata, e con essa scegliere la destinazione dell’8×1000. L’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti, che da sempre si batte per l’abolizione di questo meccanismo che drena risorse pubbliche a favore di selezionate confessioni religiose, di fronte al consueto disinteresse dello Stato per la quota di propria competenza, invita i contribuenti a esprimere una scelta informata consultando il sito www.occhiopermille.it. «Nell’attesa, probabilmente non breve, che il sistema dell’8×1000 sia smantellato, la nostra associazione… Leggi tutto »

Al via le celebrazioni religiose: solita corsia preferenziale per la Chiesa

«Ancora una volta la politica si mostra debole nei confronti delle richieste di corsie preferenziali che pervengono dalla Chiesa. Così il governo ha dato priorità alle riunioni di tipo religioso mentre altri tipi di riunioni continuano a essere vietate (teatro, presentazioni di libri, incontri in centri socio culturali, cinema, lo stesso diritto all’istruzione nella scuola pubblica). Di fatto, su pressione dei vescovi, il governo ha attuato un regime speciale per le riunioni a carattere religioso, regime speciale proibito dalla sentenza… Leggi tutto »

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. La Cassazione ha stabilito che anche i non credenti hanno il diritto di esprimere le proprie convinzioni e che questo diritto va tutelato quanto quello della libertà di espressione delle religioni. Il caso riguarda i manifesti Uaar della campagna “Senza D”, censurati dal Comune di Verona perché ritenuti offensivi verso… Leggi tutto »