La clericalata della settimana, 20: Lorenzo Damiano anti-aborto

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è del candidato sindaco di Conegliano (TV), Lorenzo Damiano (Popolo della Famiglia), che

(altro…)

Buone novelle laiche

Non solo clericalate. Seppur spesso impercettibilmente, qualcosa si muove. Con cadenza mensile vogliamo darvi anche qualche notizia positiva: che mostri come, impegnandosi concretamente, sia possibile cambiare in meglio questo Paese. La buona novella laica di aprile è l’approvazione da parte della Camera, a larga maggioranza, della proposta di legge sul testamento biologico. I voti a favore sono arrivati da Pd, M5S, Mdp, mentre Forza Italia e Alternativa Popolare si sono opposti. Il testo dovrà avere quindi l’approvazione definitiva del Senato…. Leggi tutto »

Pauperismo S.p.A.

Molti di voi saranno probabilmente incappati, fuori da qualche supermercato, in persone che vi chiedono di comprare e regalare un po’ di cibo per i poveri. È facile notare come quasi tutti acconsentono di buon grado, anche se non hanno ben chiaro a chi stanno donando. Se vi va, fate un test: rispondente educatamente “grazie, non faccio beneficenza a Comunione e Liberazione”. Noterete che quasi tutti fanno una faccia strana. Perché donare qualcosa ai ciellini piace a pochi. E ancora… Leggi tutto »

Due nuove uscite per la casa editrice Nessun Dogma

Da venerdì 19 maggio sono in libreria due nuove pubblicazione di Nessun Dogma, il progetto editoriale dell’Uaar. L’islam e il futuro della tolleranza. Un dialogo Tutti parlano dell’islam, ma pochi lo conoscono realmente. Se il terrorismo islamico riempie le cronache, non accade altrettanto per la ricerca delle sue cause e per le strategie per combatterlo. E anche una questione importante come la compatibilità dell’islam con la democrazia, la laicità e i diritti umani è raramente analizzata. È proprio per fare… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 19: altri fondi post-sisma per le chiese

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è del commissario straordinario post-sisma Vasco Errani che
(altro…)

Il valore dell’eguaglianza

Non tagliarti i capelli. Fermali con un pettine. Indossa certi pantaloni e un braccialetto di ferro. E porta con te un pugnale. Se sei un sikh, sono le cinque kappa (kesh, kangha, kachera, kara, kirpan) che devi praticare, i cinque precetti che il decimo guru della tua religione impose nel 1699 ai guerrieri del suo esercito, il Khalsa. Che per cinquant’anni governò un vero e proprio impero. I devoti sikh cercano di adeguarsi anche all’estero. Così facendo, vanno però incontro… Leggi tutto »

La tolleranza religiosa nel pallone

Mohamad al-Arefe, insegnante di teologia islamica presso l’università “Re Saud” di Riad, è una personalità di spicco nel mondo islamico tanto che il suo canale su Twitter vanta ben 17,4 milioni di follower. È a questa platea che il religioso si è rivolto per chiedere pubblicamente alla Fifa di vietare una manifestazione pubblica di fede che per lui è intollerabile: il segno della croce. Come prevedibile il canale è stato inondato di commenti a quel tweet, in gran parte discordanti… Leggi tutto »

L’ONU e quel pasticciaccio brutto sui diritti

In questa ingiustificabile vicenda la seppur azzeccatissima citazione “Cuiusvis hominis est errare, nullius nisi insipientis” appare quanto mai benevola e fin troppo elegante per definire la performance che si è consumata di recente alle Nazioni Unite. Sbagliare sarà anche umano ma perseverare, ripetutamente, sembra infatti che non sia più diabolico. Sembra proprio che per alcuni stati membri stia diventando una prassi consolidata. Perché come accadde già nel 2015, a certi paesi delle Nazioni Unite non bastava aver commesso l’errore di… Leggi tutto »