La clericalata della settimana, 35: il sindaco di Ferrara acquista 358 crocifissi per le scuole

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del sindaco di Ferrara,… Leggi tutto »

C’era una volta “l’ideologia gender”

Ci può sembrare un’eternità, ma in realtà sono passati soltanto pochi anni. Come molti ricorderanno, tra il 2015 e il 2016 non esisteva alcun organo d’informazione che non parlasse del “gender”. O, per essere più accurati, della “teoria del gender”, dell’“ideologia del gender”, e persino del “complotto del gender”. I militanti cattolici avevano lanciato una durissima offensiva contro tutte queste imminenti minacce per il pianeta Terra. E facevano notizia. In quegli anni, in cui furono organizzati ben due Family Days,… Leggi tutto »

Nuovo governo? Che la discontinuità sia nel segno della laicità

«Dopo i rosari, le invocazioni al cuore immacolato di Maria e i giuramenti sul Vangelo di Matteo Salvini non possiamo che sperare che questo nuovo governo che si accinge a prendere forma sia nel segno della discontinuità in materia di separazione tra Stato e Chiesa. Le prime parole di Conte, che ha citato la laicità dello Stato tra i valori fondanti della futura azione di governo, ci fanno ben sperare». Commenta così il segretario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 34: Salvini bacia il rosario in aula

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è di Matteo Salvini, che… Leggi tutto »

La vita è mia, e vorrei decidere io fin quando viverla

Come la pensiamo, noi, dovrebbe essere noto. La vita è nostra, ci appartiene. Anche se sappiamo che non è infinita, e anche se sappiamo che può purtroppo essere fin troppo breve. Siamo liberi di prolungarla fin quando è possibile oppure di interromperla, se pensiamo che la sua qualità si è irrimediabilmente degradata. Qualunque decisione prendiamo, le nostre sono le scelte responsabili di adulti autonomi, consapevoli e laici, perché l’esercizio della libertà di rinunciare alla nostra vita non lede alcuna altra… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 32-33: consiglieri contro lo spettacolo con protagonista Cinzia, personaggio transessuale

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è di alcuni consiglieri comunali… Leggi tutto »

Religione e laicità in tempi di crisi di governo

Mai come nella giornata della crisi di governo religione e laicità hanno tenuto banco al Senato. Ha spiazzato tutti Giuseppe Conte, che nei suoi ultimi minuti da premier attacca Salvini ricordandogli come «il principio di laicità alla base dello stato moderno» venga oscurato dalla propaganda a colpi di simboli religiosi. Un sussulto laico di cui essere lieti, ma che non cancella quattordici mesi di silenzio, né l’esibizione del santino di Padre Pio nel salotto di Bruno Vespa. Per tutta risposta… Leggi tutto »

Le navi delle Ong e gli aborti, ultima sparata dei no choice

Potremmo parafrasare una nota canzonetta per applicarla alla situazione attuale e farle dire più o meno così: «Lo diceva la Chiesa, l’Ong va difesa. Ma l’aborto no!». Sarebbe la sintesi tanto amara quanto perfetta delle accuse lanciate da alcune organizzazioni della galassia cattolica nei confronti delle navi che raccolgono migranti in mare, ma più specificamente nei confronti di Medici senza frontiere, che secondo la loro visione proporrebbe l’aborto alle donne incinte trasformando di fatto le navi in «cliniche della morte»… Leggi tutto »