Tag Articolo: aborto

Milano, le pressioni del Movimento per la Vita alla clinica Mangiagalli

Ci sono «non notizie» mistificatorie che sembrano confezionate apposta per attaccare la legge 194. Come l’accordo millantato dal Centro aiuto alla vita (Cav) secondo cui tutti i medici della clinica Mangiagalli di Milano, la più importante d’Italia, prima di ogni interruzione di gravidanza indirizzeranno le donne verso i loro operatori. Non è vero, anche se il professor Giorgio Pardi, il professore della Mangiagalli intervenuto al convegno del Cav che si è tenuto a Bari, si è dimostrato molto disponibile con… Leggi tutto »

Carlo Taormina, avvocato difensore dell’embrione

[…] Due giorni fa Carlo Taormina ha scritto un paio di colonne su Libero (Se si rompe la macchina dell’aborto, 24 novembre 2006, p. 16) che meritano attenzione. Molta attenzione. […] Taormina domanda: “quando le leggi disciplinano fatti di filosofia della vita” ci sono “spazi per sostenere i propri ideali, come accade nella questione dell’aborto”? Secondo la tesi di Taormina il problema dell’aborto sarebbe riesploso dopo il voto sulle staminali (?) e la Chiesa sbaglia a fare battaglie sulle staminali,… Leggi tutto »

Milano: antiabortisti alla clinica Mangiagalli

“Il Centro di aiuto alla vita sarà ospitato all’interno del reparto di interruzione volontaria della gravidanza della clinica Mangiagalli di Milano e tutti i medici del reparto, prima di eseguire l’intervento, suggeriranno alle donne di incontrare gli operatori del Cav per tentare di rimuovere le cause dell’aborto”. È l’annuncio dato nei giorni scorsi, in occasione del XXVI Convegno nazionale dei Centri di aiuto alla vita (CAV) svolto a Bari, da Giorgio Pardi, primario della “Mangiagalli” di Milano, la prima clinica… Leggi tutto »

Aborto, polemica sull’obiezione di coscienza

Un colpo basso al diritto dei medici di fare obiezione di coscienza alla legge 194 sull’aborto. La riforma in corso del codice deontologico, che si concluderà a metà dicembre, potrebbe infatti obbligare i medici obiettori a produrre comunque la certificazione necessaria per l’interruzione volontaria di gravidanza. Un passaggio formale e burocratico, ma comunque essenziale nel percorso che conduce all’aborto. Un adempimento dal quale finora erano esentati i camici bianchi non abortisti. A lanciare l’allarme sul rischio di erosione di un… Leggi tutto »

Milano, omelia choc: «L’inferno non c’è e i cristiani sono sterminatori»

L’inferno? Non esiste, «perché Dio salva tutti». Le frasi di Gesù sulle persecuzioni che i cristiani dovranno subire prima della fine dei tempi? «Le hanno scritte gli evangelisti», per confortare la prima comunità, dunque Cristo non le ha mai pronunciate. Il Papa? Non va difeso, perché spesso siamo noi cristiani ad essere «persecutori e sterminatori». I preti? Dovrebbero sposarsi, se lo vogliono, così come dovrebbero poter lavorare in fabbrica, perché «anche il water che usa il Papa è stato fatto… Leggi tutto »

«Lavoro, famiglia e vita» I nuovi anticonformisti

Conformisti, appagati, disimpegnati, materialisti, consumisti… Giudizi non certo lusinghieri quelli appioppati ai giovani italiani dall’Eurispes in base ai dati del suo «7° Rapporto nazionale sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza», presentato ieri e per molti aspetti illuminante. I giovani dicono che nel loro futuro contano soprattutto la famiglia e il lavoro? Ci pensino bene: l’autorevole istituto di ricerca gli spiega che si tratta solo di «due traguardi a elevato contenuto privatistico», ben altra cosa rispetto all’«impegno politico di stampo movimentista-rivoluzionario dei… Leggi tutto »

Scienza e Vita: «La pillola abortiva uccide dieci volte più del bisturi»

Anche se farmacologico, l’aborto con la pillola RU486 non è così sicuro per la donna: il rischio di morire infatti è dieci volte superiore a quello dell’aborto chirurgico, senza contare che il 5% di chi vi ricorre deve essere comunque sottoposto ad intervento chirurgico, e il 90% riporta dolori molto forti. A dirlo è Maria Luisa Di Pietro, presidente dell’Associazione Scienza e vita, nel corso di un’audizione informale presso la commissione Affari sociali della Camera. «Il rischio di morte dopo… Leggi tutto »

USA: dalle urne no alle nozze gay

No alle nozze gay in ben sette Stati dell’Unione, ma anche no a leggi restrittive sull’aborto. Risultati misti nei molti referendum «sociali» che hanno impegnato gli elettori americani, Stato per Stato, in contemporanea con le elezioni di metà mandato. I repubblicani hanno subito altre tre sconfitte nel Sud Dakota, in Arizona e nel Missouri, in referendum su temi sensibili ai conservatori. In Sud Dakota gli elettori hanno infatti bocciato una legge che avrebbe imposto il divieto assoluto di aborto (e… Leggi tutto »