Tag Articolo: aborto

Proposta di legge per cambiare la 194

«Non bisogna avere paura di discutere la legge 194 sull’aborto, contiene delle ambiguità che vanno chiarite e superate. Il caso di Careggi è una dimostrazione. E il dibattito non va lasciato cadere». A chiedere di mettere mano alla legge sull’aborto è il ginecologo torinese Silvio Viale, che si sta battendo anche per l’introduzione in Italia della pillola abortiva: «Come Rosa nel Pugno abbiamo presentato un progetto di legge per la revisione della 194 — spiega —. Non certo per limitare… Leggi tutto »

Firenze, morto bambino nato dopo aborto

È morto il bambino nato di 22 settimane di gestazione dopo che la madre aveva tentato l’aborto terapeutico, effettuato venerdì scorso all’ospedale fiorentino di Careggi a Firenze. La donna aveva deciso di intraprendere l’interruzione volontaria di gravidanza dopo che alcuni esami avevano segnalato una malformazione, un’atresia all’esofago, rivelatasi poi inesistente. Il piccolo, ricoverato nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, sarebbe deceduto per complicazioni cardiocircolatorie nella notte. Le condizioni del bambino ieri erano state definite «gravissime»… Leggi tutto »

Aborto Careggi: Osservatore, la vita non va gettata via

“Nessuno puo’ dirsi in diritto di decidere sulla vita, nessuna condizione umana puo’ giustificare la decisione di porre termine all’esistenza. A nessuna condizione cioe’ puo’ essere sottoposta la difesa della vita, indipendentemente dalla circostanza che possa essere qualitativamente considerata ottimale o meno. In quel piccolo, nonostante tutto c’e’ la vita, che spinge via, miracolosamente, ogni ostacolo, ostinatamente contraria ad essere soppressa, in quel bambino che puo’ definirsi normale”. L’Osservatore Romano commenta cosi’ l’episodio avvenuto all’ospedale di Careggi una donna si… Leggi tutto »

Giappone: al via le “culle pubbliche contro gli aborti”

Anche il Giappone apre alle “culle pubbliche contro gli aborti”. Dopo l’India, che ha lanciato la settimana scorsa lo “schema delle culle” contro gli aborti ed i feticidi femminili, il ministero nipponico della Salute ha approvato la decisione di un ospedale di Kumamoto di posizionare una “scatola per bimbi” aperta al pubblico. La “scatola”, spiegano i dirigenti ospedalieri, è stata creata in modo da garantire l’assoluta privacy di quei genitori che vogliono abbandonare i propri neonati. In pratica, si tratta… Leggi tutto »

Approfondimento sulla 13enne costretta ad abortire

«Non puoi tenere questo bambino. Con quali soldi lo faremo crescere? Devi abortire, e papà non lo dovrà mai sapere». Il dramma di Valentina, 13 anni comincia qui. Dalle parole della mamma. Una nuova pagina di una vita già distrutta, mentre dentro di lei ne stava crescendo un’altra. Adottata, ha vissuto il trauma della separazione dei nuovi genitori. È stata affidata alla madre, con la quale ha però un rapporto talmente difficile e conflittuale da esser scappata più volte da… Leggi tutto »

Il Portogallo dice sì all’aborto, ma è referendum senza quorum

Come già nel 1998, il Portogallo ha detto oggi ‘si’ al referendum sulla depenalizzazione dell’aborto ma con un’altissima astensione che non lo rende vincolante. Il fronte abortista, con alla sua testa il premier socialista Jose Socrates, punta tuttavia a tenere comunque conto del risultato e a promuovere una nuova legge che dia alle donne lusitane gli stessi diritti della maggior parte dei paesi europei. “Il risultato del referendum è inequivoco” e “l’aborto cesserà di essere un crimine in Portogallo”, ha… Leggi tutto »

Domani referendum sull’aborto in Portogallo

In Portogallo s’infiamma il dibattito sull’aborto a quattro settimane dal referendum per la depenalizzazione dell’interruzione di gravidanza. Questo fine settimana è scesa in campo la chiesa cattolica con un pellegrinaggio al santuario di Fatima. Durante l’omelia di sabato il vescovo Antonio Marto ha definito l’aborto “una piaga sociale” che “riduce la vita umana a un prodotto biologico”. Secondo i sondaggi gli anti abortisti in Portogallo sono comunque la minoranza e il sì alla depenalizzazione dovrebbe vincere con circa il 60%… Leggi tutto »