Tag Articolo: ateismo

Atei amici dei bigotti?

E’ la tesi di Giles Fraser, parroco di Putney. Gli atei, denunciando e amplificando le tesi estremistiche di una minoranza di chiese e fedeli, sarebbero dei sostenitori, più o meno consapevoli, della stessa tesi degli integralisti: la vera religione è quella fondamentalista. L’articolo (in inglese) è stato pubblicato sul sito del Guardian Possono gli atei stare inerti mentre i fondamentalisti mettono a repentaglio, in primis, le conquiste dei Lumi – e senza che i moderati intervengano? Sam Harris, nel suo… Leggi tutto »

Violante e i diritti degli atei

L’unità ha pubblicato ieri un’intervista di Roberto Monteforte a Luciano Violante, presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera, sul tema della nuova legge sulla libertà religiosa. All’interno dell’intervista, insieme ad affermazioni non sempre condivisibili troviamo anche questa risposta: «Roberto Zaccaria, che è il relatore, sta svolgendo un lavoro eccellente. Occorre distinguere la libertà religiosa di ciascuno, essere uguale per tutti, da quella dell’organizzazione religiosa, che pone problemi diversi. C’è da tutelare anche i diritti di chi non ha alcuna religione, perché ateo…. Leggi tutto »

Padova, manifesti in arabo: dite sì all’ora di religione (e no all’ateismo)

Italiano, inglese, francese, rumeno. E arabo. Le lingue che echeggiano in città, colonna sonora di comunità etnico-religiose vicine eppure lontane. Cattolici e protestanti, ortodossi e musulmani, agnostici e non credenti; a tutti, senza eccezione, la Chiesa di Padova rivolge ora un “manifesto” poliglotta dal titolo ecumenico ma niente affatto neutrale: «Religione a scuola… perché il dialogo unisce». L’ora di religione, sì: un’opzione che i genitori e gli studenti di elementari, medie e superiori, sono chiamati a sciogliere entro il 27… Leggi tutto »

La Francia non è più cattolica

La Francia non dovrebbe più essere considerata un paese cattolico, stando ai risultati di un sondaggio pubblicato su “Le Monde des Religions”. Il sondaggio evidenza un declino considerevole nel numero di francesi che si identificano come cattolici: dall’80 per cento di 15 anni fa si è passati al 51% odierno. Di questo 51%, peraltro, solo il 10% va regolarmente a messa. Per contro, gli atei sono ora il 31%. Fonte (in inglese): Catholics World News

25 gennaio, dibattito UAAR a Bolzano con M. Hack

Giovedì 25 gennaio, alle ore 17.30, presso il liceo scientifico Torricelli, in via Rovigo 42, a Bolzano, il circolo UAAR organizza un dibattito sull’etica laica dal titolo “Non credo – Ateismo e valori morali”. Interverranno: Margherita Hack, astrofisica e co-presidente UAAR; Giorgio Galli, politologo e saggista, autore del libro “Non credo“; Giorgio Villella, segretario nazionale UAAR. Per informazioni: bolzano@uaar.it

Usa, aumentano i giovani non credenti

Un’inchiesta del prestigioso Pew Research Center, i cui risultati sono stati diffusi l’altro ieri, evidenzia che nel mondo giovanile USA aumenta la popolazione non credente. Un giovane su cinque, tra quelli compresi tra i 18 e i 25 anni, sostiene di non far parte di alcuna religione o di essere ateo o agnostico. La percentuale è circa il doppio di quella riscontrata a fine anni Ottanta. Come se non bastasse, solo il 4% del campione ritiene che tra gli obbiettivi… Leggi tutto »

Si diffonde la religiosità “diagonale”

[…] Assistiamo a una grandiosa trasformazione: il Cristianesimo si ritira dalla società europea come una bassa marea ed emigra in altri continenti. Le cause sono molte, anche se la rivoluzione francese e quella russa hanno avuto conseguenze devastanti per la religione. La pratica religiosa è diminuita in maniera consistente nei Paesi più sviluppati e in Giappone. Nella Cina che ci ostiniamo a chiamare comunista il 70% della popolazione si dichiara «non religiosa». In Italia il declino è stato costante negli… Leggi tutto »

Nuovo sondaggio sul sito UAAR

Un nuovo sondaggio è da pochi minuti disponibile sul sito UAAR. Questo il quesito: “Secondo te, per quale ragione il nostro è un paese meno laico di molte altre nazioni europee?” Sei le possibili risposte: 1) Non so ) La presenza del Vaticano 3) Il basso livello della classe politica 4) La scarsa sensibilità della popolazione 5) La debolezza dell’associazionismo laico 6) L’affermazione non è corretta: l’Italia è un “sano” paese laico. Si è nel frattempo concluso il precedente sondaggio…. Leggi tutto »