Tag Articolo: convivenze

Dico: il commento di Grillini (e il suo progetto presentato a Verona)

Il Consiglio dei ministri straordinario sulle unioni civili ha varato un testo che non è certamente il Pacs, di cui sono primo firmatario, ma contiene alcuni elementi di importante novità. Il primo è che si riconoscono i diritti delle coppie dello stesso sesso, il secondo è che si riconoscono diritti pubblicistici sia pure attenuati. E il terzo è che la dichiarazione all’anagrafe sarà congiunta. Si tratta di un primo rilevante passo verso il riconoscimento dei diritti che almeno in 20… Leggi tutto »

Rassegnazione bioetica

Ho capito, non se ne esce. Vado a sposarmi a Las Vegas. Faccio la maternità surrogata a San Francisco. Prenoto il suicidio assistito in Oregon. E passo i prossimi anni in un coffee shop ad Amsterdam. Buona fortuna a chi rimane in Italia. Chiara Lalli sul blog Bioetica

Raccomandate affettive

Diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi (DICO) Articolo 1, comma 3: Relativamente alla convivenza (…), qualora la dichiarazione all’ufficio anagrafe (…) non sia resa contestualmente da entrambi i conviventi, il convivente che l’ha resa ha l’onere di darne comunicazione mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’altro convivente (…). In pratica: Gentile Signora Cippa Lippa mia Viale dei Tigli, 24 00133 Roma La presente per comunicarLe formalmente che, allo stato attuale, Ella risulta convivente con il sottoscritto. La prego… Leggi tutto »

Il notaio della curia che “sposò” due uomini

Davanti al notaio Andrea De Cairo, uno dei più eminenti di Genova e cancelliere della Curia arcivescovile, due uomini, non legati da alcun vincolo di parentela, giurano di vivere insieme, assistersi reciprocamente in caso di malattia e ciascuno indica l’altro come proprio erede al momento della morte. Accadeva nella seconda metà del Quattrocento. […] Il testo integrale dell’articolo di Michela Bompiani è stato pubblicato oggi su “Repubblica” (pagina 3)

Unioni civili, convocato il consiglio dei ministri

Cdm sulle unioni di fatto. Sul contenuto del ddl circolano già alcune indiscrezioni: la dichiarazione di convivenza all’anagrafe potrà essere resa in maniera non contestuale dai conviventi. Per la successione dell’immobile e per la tutela in materia di lavoro serviranno almeno 3 anni di convivenza; 9 anni per i diritti successori. Nulla di fatto per la reversibilità della pensione del convivente: il ddl rimanderebbe ad un riordino successivo dell’intera materia. Il Consiglio dei ministri è iniziato alle 17.35. Fonte: Repubblica.it

Paola Binetti lancia in resta contro i Pacs

[…] «Ottenere il riconoscimento individuale dei diritti, senza legittimare lo status. Dovremo essere molto cauti e abili nel trovare il linguaggio giuridico adatto a spiegare il concetto, anche per evitare che la gente, non capendo bene le differenze, possa omologare le coppie di fatto al matrimonio». […] La prima bozza di legge del ministro Pollastrini prevedeva un registro e quindi un riconoscimento dello status. Adesso si parla di autocertificazione. Ma voi non ci state. Perché? «Dipende da come viene fatta… Leggi tutto »

Pacs: indovina chi viene a cena?

Il testo di legge governativo sui Pacs non ci piace, l’abbiamo detto fino alla noia. Non risponde alle esigenze e alle aspettative delle coppie di fatto, sia dal punto di vista del riconoscimento di diritti che spettano al cittadino secondo le norme costituzionali, sia sotto il profilo della dignità sociale e civile che deve essere riconosciuta a questo tipo di unione. Che fare? Protestare. Non rassegnarci. Far sentire le voci di dissenso, non accettare il silenzio. Chiediamo a tutti quelli… Leggi tutto »

Pacs: e se facessimo 39 anni?

Mentre perdurano lunghe discussioni sul complicato e difficile tentativo di accordo tra i ministri Bindi e Pollastrini, per trovare i punti base di una buona legge condivisa sulle coppie di fatto; e mentre diventa sempre più evidente che l´ostinata buona fede di queste due componenti del governo sta diventando una palla al piede per tutta la maggioranza, si fa strada un nuovo e più audace percorso mirante a un rapido accordo. Ciò anche allo scopo di evitare l´improvvisa presentazione di… Leggi tutto »