Tag Articolo: cristianesimo

Il papa, san Colombano e le radici cristiane

L’Europa ”puo’ rinascere riscoprendo le sue radici cristiane”. Lo ha detto stamane papa Benedetto XVI nella sua omelia nel corso dell’udienza generale del mercoledi’ in piazza San Pietro. Il papa, illustrando la figura di San Colombano, asceta e monaco irlandese del VI secolo, di fronte a circa 15 mila fedeli, ha poi voluto ricordare l’opera del santo che, ha detto, ”contro la corruzione dominante decise di ricostruire la terra e la societa’ umana del suo tempo”. Papa Ratzinger ha, quindi,… Leggi tutto »

Vaticano: esistenza degli extraterresti non contrasterebbe con fede

CITTA’ DEL VATICANO – “E’ possibile credere in Dio e negli extraterrestri” e “si può ammettere l’esistenza di altri mondi e altre vite, anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell’incarnazione e nella redenzione”. Lo afferma il direttore della Specola Vaticana, padre Josè Gabriel Funes, in una intervista all’0sservatore romano. Anche se “molti astronomi non perdono occasione per fare pubblica professione di ateismo”, rimarca Funes nell’intervista, “è un po’ un mito ritenere… Leggi tutto »

Magdi Allam: “Su Maometto e islam il papa aveva ragione”

Denuncio il relativismo e il politicamente corretto, che ha portato l’Occidente a tagliarsi la lingua per non incorrere nel terrorismo dei tagliagole». Il giornalista Magdi Allam racconta la sua clamorosa conversione, il battesimo, il rapporto con la religione abbandonata e quella conquistata, la vita blindata a causa delle minacce islamiste, la sua idea di cattolicesimo e la sua ammirazione per il Papa. E conia un neologismo: la «logica dell’islamicamente corretto, un male – dice – da cui dobbiamo affrancarci». Il… Leggi tutto »

Vade retro Hack!

CITTA’ DEL VATICANO – Il prossimo 12 giugno, l’astrofisica Margherita Hack compirà 86 anni, ma per le affermazioni che fa riguardo alla fede cristiana, alla Chiesa e soprattutto al Santo Padre Benedetto XVI, dimostra di essere nata almeno due secoli fa. E’ da considerarsi, infatti, un residuo storico del sorpassato scientismo. In uno degli ultimi numeri di ‘Famiglia Cristiana’ (n° 17 del 27 aprile 2008), la giornalista Laura La Pietra la intervista e la propone a modello di scienziato per… Leggi tutto »

Bondi: come ti sistemo identità e laicità

[…] Il libro di Tremonti non affronta affatto la globalizzazione fondata sul mercatismo, contrapponendole «comunità chiuse, piccole, etnicamente e religiosamente omogenee». Tremonti afferra il pericolo di una disgregazione identitaria che, non sarà sfuggito alla Spinelli, ha lacerato l’Europa nell’ultimo ventennio, fino alla Costituzione europea, non a caso considerata da milioni di europei un corpo estraneo (a cosa? Appunto, all’identità europea, che è ebraico-cristiana), e riconduce la gigantesca questione al nodo della crisi della globalizzazione, nonché alla necessità di ricostituire un… Leggi tutto »

Vattimo: La terza via verso Dio

Siamo usciti da poco dal clima delle solenni liturgie della Settimana pasquale, che media e televisione in Italia non mancano di ricordarci con un puntiglio senz’altro eccessivo. Al centro di tutto, la Via Crucis con le «stazioni» che celebrano le tappe del cammino di Gesù al Calvario. Come nelle laudi medievali, la commozione dei fedeli suscitata attraverso una meditazione sulla lettera del testo evangelico, l’evocazione del dolore prodotto dalla corona di spine, il pianto di Maria accanto alla Croce «dum… Leggi tutto »

Il gesto di Allam possibile solo in Europa

[…] La costruzione di chiese in Qatar e in altri Paesi del Golfo citati da Afef è un passo importante verso il dialogo interreligioso. Ma la libertà di professare il Cristianesimo non va di pari passo con il diritto di scegliere (e cambiare) la propria fede. Nel libro I cristiani venuti dall’Islam Giorgio Paolucci e Camille Eid raccontano le peripezie di musulmani che, convertiti al Cristianesimo, rischiano la vita. Ma quanti hanno abbandonato la Chiesa per scegliere l’Islam, senza che… Leggi tutto »

Gorbaciov: “Ero e resto ateo”

Non mi sono convertito, resto ateo: così Mikhail Gorbaciov ha smentito le voci, riprese da alcune agenzie internazionali, di essersi convertito al cattolicesimo durante una vista alla tomba di san Francesco ad Assisi. Per confermare che la sua fede nell’ateismo non è cambiata l’ex leader dell Unione Sovietica ha scelto un’intervista con l’agenzia russa Interfax. “Nei giorni scorsi – ha detto – alcuni media hanno sparso fantasie – non riesco a trovare nessun’altra parola – sul mio cattolicesimo segreto, citando… Leggi tutto »