Tag Articolo: diritti

Pakistan, donna ministro uccisa da fanatico religioso

Era una moglie, una madre e un ministro. Zil-e Huma Usman, responsabile per gli affari sociali nella provincia pachistana del Punjab, è stata assassinata ieri nel suo ufficio nella città di Gujranwala, 70 chilometri a nord del capoluogo Lahore. Stava per fare un discorso davanti a decine di sostenitori. C’è stato uno sparo. Un proiettile l’ha centrata alla testa. E Huma è morta poco dopo in ospedale. Era una moglie, una madre e un ministro. Zil-e Huma Usman, responsabile per… Leggi tutto »

Afghanistan Democrazia, giustizia e sviluppo, una conferenza alla Farnesina

Un ambiente estremamente austero, quello della Farnesina, per un incontro tra donne afghane e italiane che invece è stato estremamente franco e concreto. L’invito rivolto a donne afghane che in questi anni sono riuscite a conquistare uno spazio nella società e anche nelle istituzioni per discutere di «Afghanistan, democrazia, giustizia e sviluppo, il ruolo delle donne», è stato sicuramente un merito del ministero degli esteri. Ieri mattina [16 Febbraio, n.d.r.] si aveva l’impressione che per una volta, al di là… Leggi tutto »

Francia: il boom dei bimbi con due mamme

Quando Astrid e Myriam sono andate a iscrivere Augustine a scuola la maestra non ha battuto ciglio. Nel piccolo villaggio dell’Ardèche dove abitano, settecento anime, la loro storia la conoscono tutti e non ha mai fatto bisbigliare. Senza nessun suggerimento, l’insegnante sul registro ha sostituito la formula consueta: tuo padre e tua madre seguiranno la tua crescita..» con «le tue due mamme…» E sì: Augustine, che ha cinque anni, quando disegna la sua famiglia disegna due mamme e il gatto… Leggi tutto »

Prodi: “Sono molto sereno le polemiche non mi turbano”

Sono molto sereno”. Questo è stato l’unico commento del premier Romano Prodi, oggi a Calcutta, di fronte alle polemiche che vengono da Roma sul progetto delle unioni di fatto. Ma se il presidente del Consiglio ha scelto di non fare commenti diretti di fronte all’ennesimo attacco che arriva dal Vaticano, si moltiplicano i commenti dal centrosinistra. mentre la comunità gay chiede più coraggio ai parlamentari dell’Unione. Stamane il vicepremier e ministro degli Esteri Massimo D’Alema, in un colloquio informale pubblicato… Leggi tutto »

Il papa: “Nessuna legge degli uomini può sovvertire la norma del Creatore”

Non si debbono «trasformare in diritti» quelli che sono «interessi privati o doveri che stridono con la legge naturale». Questo principio è stato richiamato oggi dal Papa in riferimento alle leggi sulle coppie di fatto. «Un’applicazione molto concreta di questo principio – ha spiegato infatti il Pontefice – si trova se si fa riferimento alla famiglia, cioè all’intima comunione di vita fondata dal Creatore e regolata con leggi proprie. Essa ha la sua stabilità per Ordinamento Divino. Il bene sia… Leggi tutto »

Tremonti: “Così distruggono i matrimoni civili”

«Voluta o no, la sequenza Pacs-nonPacs-Dico ha integrato una sofisticata tecnica di potere», sostiene Giulio Tremonti. E’ «la tecnica dell’illusione: annuncio un provvedimento che viene percepito come negativo; lo ritiro per dare un segnale positivo; ne faccio un secondo ancora più negativo del primo. I Dico sono molto più “avanzati” dei Pacs. E in questi termini collimano perfettamente con il programma dell’Unione». Com’è che lei se l’è andato a esaminare? «Succede spesso che un testo politico venga sottovalutato. E invece… Leggi tutto »

Dico, ecco tutti gli aspetti ancora da chiarire

Lo stretto crinale sul quale è stato scritto il ddl Bindi-Pollastrini sui diritti dei conviventi (Dico) ha generato un testo un po’ contorto che, inevitabilmente, nasconde trappole e possibili scappatoie. Gli uffici legislativi dei vari ministeri hanno faticato per far quadrare il cerchio: a ogni passaggio, infatti, gli uni si dovevano difendere dall’accusa di voler scrivere un provvedimento troppo scolorito mentre altri erano costretti a ridimensionare le norme che richiamavano da vicino il regime matrimoniale. Ne è nato un compromesso… Leggi tutto »

Ma io dico che così è meglio

Si può affermare tutto il male possibile dei Dico, a partire dall’acronimo, che sembra scelto apposta per dare loro meno importanza. Sono certamente frutto di un compromesso fra le due anime del governo, quella della sinistra cattolica e quella della sinistra-sinistra; sono un tentativo attento a non scontentare troppo la Chiesa e finiscono per istituire una specie di matrimonio minore, di seconda fila, per cittadini di serie B. È però indubbio che qualcosa andasse fatto per sanare la situazione delle… Leggi tutto »