Tag Articolo: Polonia

Polonia: vescovi convocano giornata di mea culpa di tutto il clero

I vescovi polacchi hanno convocato una giornata di preghiera e di penitenza di tutto il clero dopo lo scandalo scaturito dalle accuse di collaborazionismo con il passato regime comunista che hanno investito l’arcivescovo di Varsavia Stanislaw Wielgus. Il giorno del ”mea culpa” della Chiesa polacca e’ il prossimo 21 febbraio, mercoledi’ delle ceneri. I vescovi hanno indirizzato una lettera ai fedeli, a conclusione della riunione straordinaria dell’episcopato tenutasi nei giorni scorsi, che e’ stata letta ieri nelle chiese della Polonia… Leggi tutto »

Polemica nunzio-Wielgus

Anche il nunzio vaticano a Varsavia, monsignor Jozef Kowalczyk, rischia di essere travolto dallo scandalo di Stanislaw Wielgus, l’arcivescovo di Varsavia costretto a dimettersi domenica scorsa dopo le rivelazioni sul suo passato di collaboratore dei servizi segreti comunisti. All’indomani della storica decisione dei vescovi polacchi di sottoporsi tutti ad una verifica sul loro comportamento nel periodo comunista, non si placa la guerra dei veleni. Mentre sui giornali compaiono nuovi nomi, con relative smentite, di presuli collaborazionisti, la bufera sembra avvicinarsi… Leggi tutto »

Bertone: “Controllino anche i politici polacchi”

La Chiesa polacca cerca di stabilire un «punto finale» nello stillicidio di accuse a preti e vescovi implicati col regime comunista, seguendo procedure ispirate dal Vaticano. Obiettivo: la «lustracja», la «purificazione». Soprattutto consiglia a tutti i presuli titolari e vescovi ausiliari di sottoporre a verifica il proprio passato. E intanto convince il suo accusatore più terribile, padre Zaleski, a rimandare la presentazione del suo libro-denuncia sui 39 sacerdoti collegati ai servizi segreti. Ma già oggi il quotidiano «Dziennik» rivela che… Leggi tutto »

La Chiesa polacca ha deciso: controlli sul passato dei vescovi

Serviva una soluzione drastica, definitiva. E la Chiesa polacca, riunita ieri a Varsavia, l’ha trovata. Tutti i suoi vescovi si sottoporranno a una verifica sul proprio passato durante il regime comunista. Per porre così fine all’assedio mediatico (dopo lo scandalo che ha coinvolto l’arcivescovo dimissionario di Varsavia, monsignor Stanislaw Wielgus, reo confesso di aver collaborato con il potere comunista), ma soprattutto per diradare quella fitta nebbia di veleni e sospetti che non può che nuocere a un’istituzione sentita come è… Leggi tutto »

Polonia: inchiesta vescovi su collaborazionismo clero

L’Episcopato polacco sottoporra’ a verifica il passato di tutti i vescovi del Paese per accertare se tra loro vi sia qualcuno che ha avuto legami con la polizia segreta del passato regime comunista. Ieri si e’ tenuta una riunione d’emergenza dei vescovi polacchi dopo il caso Wielgus, l’arcivescovo di Varsavia costretto a dimettersi domenica scorsa per essere stato una spia della polizia comunista. L’incontro a porte chiuse aveva all’ordine del giorno “La situazione della chiesa in Polonia conseguente agli avvenimenti… Leggi tutto »

Polonia: libro su preti collaborazionisti

Una lista con i nomi di sacerdoti coinvolti con i servizi segreti comunisti è stata inviata ieri al presidente della conferenza episcopale polacca, Jozef Michalik, da parte di Tadeus Isakowicz Zaleski, l’ex cappellano di Solidarnosc che ha scritto un libro di imminente pubblicazione proprio sui rapporti tra chiesa e polizia comunista. Lo ha dichiarato lui stesso – riferisce l’agenzia polacca PAP – in una conferenza stampa tenuta stamane a Cracovia per presentare la sua opera, che si intitola “I preti… Leggi tutto »

Preti-spie, lascia anche il parroco di Cracovia

Day after per la drammatica vicenda di monsignor Stanislaw Wielgus, la Chiesa di Polonia ancora sotto choc per le dimissioni del vescovo ‘spia’, prova a far tesoro della lezione ricevuta, dando un colpo di acceleratore alla cosiddetta “lustracija”, il processo di analisi del passato per far luce su coloro che collaborarono col regime comunista. Non ci sono ancora cifre certe sullo stato di coinvolgimento dei sacerdoti e dei vescovi polacchi coi servizi segreti comunisti (Sb), tuttavia, restano valide alcune stime… Leggi tutto »

Via l’arcivescovo, il Vaticano accusa

«Quando monsignor Wielgus è stato nominato noi non sapevamo nulla della sua collaborazione con i servizi segreti»: è il cardinale Giovanni Battista Re, prefetto della Congregazione per i vescovi, a fare questa affermazione, attribuendo la totale responsabilità dell’accaduto all’ex vescovo di Plock, che per un giorno e mezzo è stato successore dei primati Glemp e Wyszynski. Due sono — per il Vaticano — le colpe di Wielgus, oltre a quella originaria di aver «collaborato» con i servizi segreti del regime:… Leggi tutto »