La clericalata della settimana, 42: i farmacisti ospedalieri in Vaticano a sentire il sermone anti-aborto del papa

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è della Società italiana di… Leggi tutto »

La pubblicità è l’anima di Scientology

Marketing religioso tra influencer, culto dell’immagine e rapporto con il mondo dello spettacolo: quella di Scientology è una storia lunga settant’anni. Ne parla Micaela Grosso sul n. 2/2021 della rivista Nessun Dogma. Per leggere tutti i numeri della rivista associati all’Uaar, abbonati oppure acquistala in formato digitale. All’età di sei anni ebbi un brutto episodio di otite che mi procurò dolori acuti per qualche tempo. Proprio in quel periodo a casa mia venne a cena una collega di mio padre…. Leggi tutto »

Politica reale (e clericale)

Che le tornate elettorali siano sempre più esasperate è sotto agli occhi di tutti. Questa in particolare, poi, è tra le più accese. Tant’è che insieme ai toni… finiscono accesi anche molti ceri alla Madonna: in un paese dove, dati alla mano, non credenti e dubbiosi sono sempre di più, la retorica identitaria e cristianista continua a godere di ottima salute. Anzi: è più forte di prima. Tra i candidati al ballottaggio, i già eletti e i trombati la fiera… Leggi tutto »

La Cedu e l’immunità al Vaticano: una sentenza che fa un po’ specie

«Nello svolgere questi processi si deve avere maggior cura e attenzione che si svolgano con la massima riservatezza e, una volta giunti a sentenza e poste in esecuzione le decisioni del tribunale, su di essi si mantenga perpetuo riserbo. Perciò tutti coloro che a vario titolo entrano a far parte del tribunale o che per il compito che svolgono siano ammessi a venire a conoscenza dei fatti sono strettamente tenuti al più stretto segreto (il cosiddetto ‘segreto del Sant’Uffizio’), su… Leggi tutto »

La crudele indifferenza del clero

Ancora una volta nel mondo si discute della chiesa cattolica, e ancora una volta se ne discute per un aspetto negativo ormai ricorrente: la squallida gestione degli abusi sessuali commessi da religiosi. Il rapporto su settant’anni di pedofilia in Francia è stato pubblicato qualche giorno fa, e se ne è parlato ovunque perché i dati raccolti sono impressionanti. Come si è arrivato a questo? Qualche anno fa è scoppiato lo scandalo di padre Preynat, un predatore seriale di scout cattolici…. Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 41: il candidato sindaco di Roma Michetti vuole il “massimo accordo” col Vaticano

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del candidato sindaco di… Leggi tutto »

Umanisti all’ONU: Nigeria ed Egitto rispettino i diritti dei non credenti

Nel corso della 48ma sessione del Consiglio per i Diritti Umani all’ONU, Humanists International ha richiamato l’attenzione sugli sviluppi del caso di Mubarak Bala, umanista nigeriano, e sul trattamento dei liberi pensatori da parte dell’Egitto. Seif Zakaria, responsabile delle campagne di assistenza sul campo di Humanists International, nel suo discorso in arabo ha ricordato all’Egitto e alla Nigeria i loro obblighi, secondo la Dichiarazione di Durban, di promuovere società aperte ed eliminare la discriminazione basata su religione o credo. In… Leggi tutto »

Grazie al premio Nobel Parisi. Anche per essersi speso per la laicità delle istituzioni

Da giorni (giustamente) non si fa che parlare del premio Nobel per la Fisica a Giorgio Parisi e sui giornali si susseguono ritratti, interviste e ricostruzioni della sua carriera: dagli studi con Nicola Cabibbo, considerato uno dei più importanti fisici del Novecento, all’aneddoto di quando, a 25 anni, si fece scappare da sotto il naso il prestigioso premio dell’Accademia svedese… Curiosamente (o forse no) a ricordare un altro momento della vita dello scienziato ci hanno pensato solo alcuni giornali di… Leggi tutto »